Apre museo dei cuori infranti: una perla nella caotica Hollywood

Apre anche ad Hollywood il Museo dei cuori infranti; dopo Zagabria arriva anche in America il “raggoglitore” di frammenti d’amore.

Hollywood: tra le luci brulicanti e dispettose della città, tra la fugacità e volubilità delle anime dei suoi cittadini, c’è un museo che rende giustizia ad ogni relazione finita. Si tratta del museo dei cuori infranti. L’esperimento, tutt’altro che originale, si rifà al suo omonimo sito in un palazzo settecentesco a Zagabria, in Croazia.

cuori

 

Arrivano oggetti da ogni parte del mondo: da Stavanger (Norvegia) un ferro da stiro (“Usato per il mio abito da sposa. Ora è tutto quello che mi rimane”); Da San Francisco un abito da sposa diventato un triste ricordo dopo cinque anni di un amore finito. Poggiato su di un mobile c’è un telefono rotto durante una lite violenta e una fialetta piena di peli pubici. Il Museum of Broken Relationship è uno spazio in cui vengono raccolti e schedati i resti degli amori drammaticamente conclusi: lettere, pupazzi origami, poesie e oggetti di vario genere. Ogni piccolo insignificante articolo ha in sé il frammento di un ricordo di amore andato, che probabilmente non tornerà mai: migliaia di conversazioni telefoniche, lacrime, risate, chiusi in un agglomerato di sentimenti e chiuso in un museo.

L’esposizione inaugurale conta in tutto 104 pezzi donati anonimamente dai protagonisti di una relazione fallita: un tubetto di dentifricio vuoto, un paio di jeans strappati, una collezione di numeri di Playboy. “Hollywood è la location perfetta”, ha dichiarato in un’intervista la direttrice Amanda Vandenberg, “C’è tanta storia qui, tanti cuori spezzati tra le star della Walk of Fame. Los Angeles è una città di speranze e di sogni e di tutte le sconfitte che ne possono derivare“. “Gli articoli più costosi”- ha continuato – “Sono due anelli con brillante: donati da amanti respinti”. La storia più impressionante, tuttavia, è quella di due protesi di silicone che erano state richiesta da un’amante alla sua compagna e che lei ha deciso di farsi rimuovere al momento della rottura.“L’inizio è dolce, assurdo, felice. L’intreccio pieno di buona volontà, forte e carico di tensioni. La fine, una lacerazione” (Nuria Barrios)…in alcuni casi, letteralmente.

Photo Cradits: Facebook.

Comments

comments