Brexit: le reazioni dei sudditi vip di sua maestà

Brexit: anche le star britanniche anno voluto dire la loro sulla decisione degli inglesi, votata in regolare referendum, di lasciare l’Unione Europea.

Goodbye Europe: la Gran Bretagna ha votato per uscire dall’Unione Europea. Il referendum sulla Brexit ha visto trionfare il fronte indipendentista con circa il 52% delle preferenze contro il 48 di chi voleva restare con Bruxelles. Ci sono voci liete come quella di Liz Hurley per cui, alla notizia, cantavano gli uccellini; altri come i giovani a essere spiazzati, da Ellie Gouldin a Lily Allen.

113748376-93853c17-2af5-4d72-a288-73811876f5d6

Della Scozia parla Jk Rowling. La mamma di Harry scrive su twitter: «Ora la Scozia vede l’indipendenza. Due rotture sono l’eredità di Cameron e nessuna delle due doveva accadere». E continua: «Non ho mai voluto avere poteri magici come adesso», dicendo finalmente Addio all’Inghilterra. L’Irlanda del Nord è pronta a lasciare il Regno Unito e a raggiungere l’Eire. E Ian Bremmer che insegna alla New York University ironizza: «Quando saranno solo Inghilterra e Galles si toglierà il Gran davanti a Bretagna?». La cantante Lily Allen commenta il risultato usando la chiave generazionale, come stanno facendo molto analisti in quest ore: “Beh, millennials. Siamo davvero fottuti”. Il miliardario Richard Branson, sostenitore della Brimain, la vede dal punto di vista conomico: “Lasciare l’Unione europea è una decisione molto triste che provocherà un danno enorme alla prosperità della Gran Bretagna e alla stabilità dell’Europa”. Hugh Laurie, attore noto soprattutto per avere interpretato il Dr. House twitta, invece, divertito proponendo di ripetere il voto: “Al meglio di tre?”. Uno dei più attivi commentatori su Twitter del risultato è il giovanissimo Niall Horan, celebre membro della boyband One Direction: “È un giorno triste. L’impatto economico che avrà il risultato farà pentire chi ha votato per l’uscita dall’Unione Europea”. Horan ne ha anche per Nigel Farage, definito “un uomo terribile” che “continua a mentire”. Dopo il voto negativo della Gran Bretagna, ora tocca a Francia e Netherlands: per scoprire il futuro dell’Unione Europea non ci resta che attendere.

Photo Credits: Facebook.

Comments

comments