Roma: moglie tradisce marito con il parroco e poi…

La moglie intratteneva una relazione con il parroco e molti nel suo paese ne erano a conoscenza, il marito la scopre e la denuncia.

Succede proprio a Roma, per una capitale che vede per la prima volta approdare in Campidoglio una donna, un’altra viene punita severamente. La storia è davvero incredibile: una coppia, insieme da diversi anni, subisce il peso della quotidianità e la moglie inizia ad intrattenere una relazione passionale con il parroco della sua zona. Nel quartiere la gente inizia a mormorare finchè la voce non giunge sino al marito che decide di denunciarla. Spunta un risarcimento danni di 15.000 euro. La signora – ha stabilito il tribunale civile di Roma – “ha violato il dovere di fedeltà coniugale e procurato danni esistenziali al coniuge ledendone l’onore e il decoro «visto anche il tipo di persona con cui ha intrattenuto la relazione.” Così la donna oltre a ritrovarsi l’addebito della separazione, con un secondo pronunciamento è stata condannata ad alleviare le pene patite dal marito mettendo mano alla pecunia.

sacerdote-confessionale-800x445

«La relazione della signora col prete era sulla bocca di tutti nel quartiere», ha detto una testimone. «Un adulterio svolto in forma pubblica» ha sottolineato il giudice Carmela Chiara Palermo nelle motivazioni della sentenza. L’amore era nato all’oratorio di una chiesa all’Alessandrino nel 2008 ed era andato avanti indisturbato per anni, almeno fino al 2012.

La signora, sposata e madre di due bambini, pur di stare con don Vito era arrivata ad occuparsi di tutte le attività della parrocchia, dal catechismo alle gite fuoriporta. Il marito si era insospettito dell’intesa attività parrocchiale della traditrice e aveva deciso di farla pedinare. Diversi investigatori privati l’avevano seguita portando alla luce l’amara verità. Poi la decisione di denunciarla, portando a risarcirlo di 15.000 Euro. Una storia che ha davvero dell’incredibile e che una morale la porta: cornuto si…ma ricco!

Photo Credits: Facebook.

Comments

comments