Svizzera: nasce il bar che offre ai clienti un pomp**o tutto compreso

Il progetto è pronto, manca l’ultima autorizzazione delle autorità e poi il bar in Svizzera in cui al prezzo del caffé i maschietti potranno godere di un bel pomp**o diventerà realtà.

Ginevra, Svizzera: capitale delle banche, del cioccolato e tra poco anche dei pomp**o. Come riporta il sito Ticino online, con appena 50 franchi i clienti uomini potranno assaporare un “gustoso” caffé mentre una signorina, scelta su iPad, si occuperà del resto. Si tratterebbe del primo “blow-job bar” in Svizzera, già esistente in Thailandia. Per la concessione dell’autorizzazione il dossier è ora nelle mani della polizia ginevrina e del dipartimento della sicurezza e dell’economia (DSE). Interpellata dal portale romando una portavoce del DSE spiega come di principio non sia illegale, basta annunciare il locale come centro massaggi e aderire alla convenzione contro la prostituzione e lo sfruttamento. Basta l’iscrizione del proprietario e delle ragazze presso la polizia e il resto è fatto.

caffe-pompino-svizzera

Alla base degli ideatori nonchè proprietari del locale ci sarebbe l’idea di proporre un servizio al tavolo molto particolare (molto interessante più che altro) per i loro clienti (uomini). Un blow job in piena regola con tanto di caffè compreso nel prezzo. Ma quanto costerà il caffè con pomp**o? Il prezzo è fissato in 50 franchi, come da indicazioni del sito Ticino Online. Entro l’anno il locale sarà quindi aperto e la speranza dei proprietari e che ci sia un’importante risposta positiva della clientela.

Al momento il piano non prevede nessuna offerta per le clienti femmine ma dai proprietari è arrivata un “ci penseremo” al fatto di allargare il menù con nuovi servizi anche per le donne. Niente quindi regalini hot” per il gentil sesso. Che discriminazione! L’universo maschile 2.0 si è dimostrato molto interessato al progetto…un po’ meno quello femminile che si è lamentato degli evidenti limiti che il servizio offre. 45 Euro per un pomp**o? Ora (fra poco) si può.

Photo Credits: Twitter.

 

Comments

comments