Chi è Theresa May, la leader che vuole salvare l’Inghilterra Post-Brexit?

La ministra Theresa May si candida per diventare nuovo premier british dopo le dimissioni di Cameron, a seguito del referendum sulla Brexit.

Theresa May scende in campo. Vuole la successione di David Cameron alla guida del Partito Conservatore e del governo inglese. Boris Johnson invece ha annunciato a sorpresa che non si candiderà alla leadership del Partito Conservatore. L’ex sindaco di Londra, uscito vittorioso dalla campagna per la Brexit, era considerato uno dei candidati più accreditati. Il ministro dell’Interno May scrive sul Times di voler «riunire la Gran Bretagna» e sanare la frattura referendaria fra Tory.  Fa sapere, inoltre, di voler nominare «uno zar per la Brexit». Un sondaggio del Times fra i militanti le dà ora ben 17 punti su Boris Johnson, mentre altri danno i due agguerritissimi testa a testa.

web-theresa-may-pa

Così si è presentata: “Sono Theresa May e sono la persona migliore per fare il premier della Gran Bretagna. Io non sono quel tipo di politico che fa gli show o che va a bere ai bar del Parlamento. Io faccio soltanto il mio lavoro”, rispondendo alle domande dei giornalisti. Theresa May è considerata una delle migliori candidate perché si è sempre opposta all’Unione Europea e si è espressa anche in favore dell’abrogazione della legge britannica sui diritti umani (lo Human Rights Act 1998) derivata dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, un atto, tuttavia, riconducibile al Consiglio d’Europa, organizzazione internazionale autonoma rispetto all’Unione europea. Sullo sfondo, il quadro e’ di completa incertezza politica sull’isola.

Fra i Tories – che, si apprende, eleggeranno il 9 e non il 2 settembre il nuovo leader – potrebbe non essere più così scontata come poteva essere subito dopo la vittoria dei pro Brexit la scalata di Boris a Downing Street. Secondo un sondaggio di YouGov per il Times, è lei la candidata preferita dai conservatori, con una popolarità al 31% dell’elettorato, contro il 24% dell’ex sindaco di Londra, che invece era in testa col 36%. Sarà, dunque, lei il nuovo leader del Post-Brexit?

Photo Credits: Facebook.

Comments

comments