I segreti di Fatima: ne manca ancora…

Nel 1917 Fatima apparve la prima volta in un villaggio sugli altipiani dell Estremadura. Oggi sembra che i suoi segreti non siano ancora stati tutti svelati…

Era il 1917: tre cuginetti dopo aver assistito alla messa nella chiesa parrocchiale di Fatima, tornarono ad Aljustrel per prepararsi a condurre al pascolo le loro pecore. Mentre si avvivano, una luce attraversò il cielo ed apparve una “Signora di bianco vestita”, che li rassicurò: “Non abbiate paura, non vi farò del male”. A seguito di tale prodigioso evento, la Madonna apparve nuovamente confidando ai tre giovani tre segreti, che in realtà sarebbero un unico messaggio diviso in tre parti. Sul primo, la pastorella Lucia, poi divenuta suora, ha scritto che dopo una terribile visione di anime sofferenti, la Madonna gli avrebbe confidato: «Avete visto l’inferno dove cadono le anime dei poveri peccatori. Se faranno quel che vi dirò, molte anime si salveranno e avranno pace. La guerra sta per finire; ma se non smetteranno di offendere Dio, durante il Pontificato di Pio XI ne comincerà un’altra ancora peggiore. Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che è il grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre. Per impedirla, verrò a chiedere la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati. Se accetteranno le Mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace; se no, spargerà i suoi errori per il mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte. Finalmente, il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e sarà concesso al mondo un periodo di pace. »

Suor Lucia disse, poi, di aver riconosciuto il “grande segno” nella straordinaria aurora boreale che illuminò il cielo nella notte fra il 25 e il 26 gennaio del 1938 e identificò la seconda guerra mondiale come il conflitto di cui si parlava nella visione. In effetti la Seconda Guerra Mondiale scoppiò (1º settembre 1939) durante il pontificato di papa Pio XII, ma Lucia affermò che la Seconda Guerra Mondiale era iniziata, in realtà, durante il regno di Pio XI, con l‘annessione dell’Austria. Il terzo segreto venne scritto separatamente da suor Lucia, nella lettera consegnata nel 1944 al vescovo di Leiria: «Abbiamo visto un vescovo vestito di bianco, (“abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre”) insieme a vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c’era una grande Croce; il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo, con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce, venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i vescovi, sacerdoti, religiosi, religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni. Sotto i due bracci della Croce c’erano due Angeli ognuno con un innaffiatoio di cristallo nella mano, nei quali raccoglievano il sangue dei Martiri e con esso irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio.»

Il terzo segreto, rivelato solo nel 2000, secondo l’allora Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede Joseph Ratzinger, si riferirebbe alla Penitenza e al sacrificio dei martiri della Chiesa. Alcuni sostengono che la profezia abbia anche, in qualche modo, a che fare con l’attentato a Papa Wojtyla. Dopo l’attentato del 13 maggio 1981, a Sua Santità apparve subito chiaro che era stata “una mano materna a guidare la traiettoria della pallottola”, permettendo al “papa agonizzante” di fermarsi “sulla soglia della morte”.  Ad oggi sembrerebbe, tuttavia, che una parte del terzo segreto, sia ancora chiusa nei cassetti del Vaticano e che la Chiesa abbia deciso di non divulgarla. Come mai? Questo è il momento di chiederselo.

brutti di Fatima

Photo Credits: Facebook.

Comments

comments