Vip pansessuali: è scoppiata una nuova moda?

Pansessualità e Hollywood un unico connubio: tra le star è esplosa una nuova moda, quella di professare un amore unico e indiscriminato.

A Hollywood non si parla d’altro: è esplosa la nuova moda della pansessualità: un gusto libero dal genere, che permette di amare qualsiasi tipo di sessualità, compresi transgender, gay e lesbiche, maschi e femmine (tradizionalmente intesi). In pratica, i pansessuali sono coloro che, in inglese, si definiscono gender blind, ovvero “ciechi rispetto al genere”. Qualcuno fa risalire la definizione “incriminata” alla metà degli anni ’90, quando venne usata da una rivista femminista, ma è dal 2007 che Google Trend indica un’ampia diffusione di questo termine, divenendo popolare in tutte le comunità, anche quelle vip.

Sono molte le star che hanno fatto outing più o meno esplicitamente: ha fatto molto clamore Miley Cyrus (“Sono molta aperta: sono pansessuale. Ma non sono impegnata. Ho 22 anni. Esco, ma cambio stile ogni due settimane. Figuriamoci le persone con cui sto”), ma anche Billie Joe Armstrong (dei Green Day) e Lily Rose Depp, figlia dell’ormai discussissimo pirata dei Caraibi. Celebri anche le dichiarazioni di Miguel Bosè, che a domanda sul suo orientamento ha chiarito: “Io mi definisco trisessuale o pansessuale, la sessualità, secondo me,  non può essere imbrigliata in una definizione”.

Tra gli italianissimi anche Gianna Nannini ha fatto coming out: ““Non ho una preferenza precisa in campo sessuale. Quando si trova la persona giusta non è importante se è un uomo o una donna” ma guai a definirla bisessuale perché “mi sembra di escludere un sacco di gente, hai capito? Magari i trans… Non mi sento bisessuale, mi sento polisessuale”. Il numero dei vip legati alla pansessualità aumenta ogni giorno, tanto che, anche grazie (o a causa) del pressing mediatico è diventato molto difficile stabilire quanto la pansessualità sia, per alcuni, un orientamento o un’astuta scelta di marketing.

Miley-Cyrus-Freaky

Comments

comments