Gioco d’azzardo: le star che non possono farne a meno

Da Ben Affleck a Robert De Niro: tutte le storie delle star nazionali e internazionali con la passione per il gioco d’azzardo.

Sembrerebbe proprio che siano in aumento le star amanti dei giochi pericolosi: di fatti non sono in pochi ad avere la passione per il gioco d’azzardo. La love story di Ben Affleck con il blackjack è cominciata più di dieci anni fa. Come tutti i grandi amori hanno avuto alti e bassi: numerose le vittorie (pare che abbia raggiunto la cifra record di quasi 400mila dollari, poi devoluta in beneficenza) ma anche le sconfitte (nel 2014, pur di portare a casa il risultato, ha barato contando le carte del blackjack e venne espulso dall’Hard Rock Casinò di Las Vegas).

Amico di Affleck con cui condivide la stessa passione, George Clooney ha fatto del suo amore per il gioco un business: nel 2007 è infatti terminata la costruzione de Las Ramblas a Las Vegas, un complesso composto di residence, hotel e casinò, di cui è co-proprietario. Robert De Niro, come lui,  dopo aver interpretato Asso nel film “Casinò” di Martin Scorsese all’inizio degli anni Novanta, è diventato proprietario di un mega resort casinò che non è ancora finito a Antigua e Barbuda. Il progetto vale 250 milioni di dollari e il suo socio in affari è James Packer, celebre businessman. In passato l’attore aveva già investito nel Nobu Hotel Manila situato nel City of Dreams, una struttura con 380 tavoli da gioco e 1.700 slot machine.

Tra gli italiani il più celebre è stato Vittorio De Sica: grande passione per la roulette, portata, poi, anche nel cinema. Non ha mai fatto mistero di averne tratto l’ispirazione per “Il Conte Max” e “L’Oro di Napoli”, di cui era regista. Basti pensare che, seppure amasse molto trascorrere le vacanze sull’isola napoletana di Ischia, dichiarò che non si sarebbe mai potuto trasferire definitivamente perché lì non c’era nessun casinò.

85th Annual Academy Awards - Press Room

Photo Credits: Twitter

Comments

comments