C’era una volta l’uomo che voleva uccidere Reagan

John Hinckley Jr., l’uomo che tentò di uccidere Reagan, è recentemente tornato in libertà. VelvetMag ne ripercorre la storia turbolenta…

Tutti lo conoscono come l’assassino di Reagan, ma chi è veramente John Hinckley Jr.? Hinckley, nato in una ricchissima famiglia dell‘Oklahoma, si trasferisce ben presto a Los Angeles con l’intento di diventare cantautore, senza successo. Nel 1976 uscì il film Taxi Driver; nella pellicola la giovanissima Jodie Foster interpreta il ruolo di una prostituta, Hinckley ne rimase tanto colpito da rivedere più volte la pellicola e rileggere ossessivamente il libro da cui era stata tratta.

Agli inizi degli anni ottanta, Hinckley si trasferì nel Connecticut per stare vicino all’attrice e iniziò a perseguitarla inviandole lettere e poesie, senza avere nessuna risposta. Non riuscendo nel suo intento, Hinckley pensò addirittura di pianificare un dirottamento aereo, pronto a suicidarsi di fronte a lei, solo per attirare la sua attenzione. Durante il climax della propria follia, Hinckley, al fine di entrare nella storia, progettò di assassinare un’importante figura politica. A 70 giorni dall’insediamento di Reagan alla Casa Bianca, il 30 marzo 1981 Hinckley sparò all’allora presidente degli Stati Uniti, ferendo gravemente quattro persone, tra cui il Presidente, mentre stavano uscendo dal Washington Hilton Hotel. Reagan rimase ferito e John fu arrestato.

Al processo la difesa, con l’ausilio delle perizie psichiatriche, sostenne che Hinckley era malato di mente; l’accusa invece sostenne il contrario, che era lucido e sano di mente. Il processo si concluse il 21 giugno 1982 e Hinckley fu riconosciuto non colpevole per incapacità di intendere e volere e rinchiuso al St. Elizabeths Hospital, un manicomio criminale di Washington D.C. Hinckley, oggi sessantunenne, è stato dimesso dall’ospedale psichiatrico. Alloggia nella casa della madre, da cui non potrà parlare con i giornalisti né allontanarsi per più di 50 chilometri. Liberatosi della sua ossessione, gli è stata concessa la possibilità di ricominciare.

john_hinckley_jr-_mugshot

Photo Credits: Velvet Mag

Comments

comments