2016: l’anno della Cagnotto

Il 2016 è stato l’anno di Tania Cagnotto: dopo aver trionfato nella categoria tuffi a Rio, è arrivato anche il matrimonio…

Li ha stesi tutti: Tania Cagnotto ha fatto di questo anno bisestile (che in molti dicono portare sfortuna) il suo fiore all’occhiello. Alle olimpiadi di Rio 2016 ha conquistato l’argento nel trampolino da tre metri sincronizzato con Francesca Dallapé e il bronzo sempre nel trampolino da 3 metri, preceduta proprio dalle cinesi Shi Tingmao e He Zi, superate l’anno prima ai mondiali di Kazan. Nelle interviste post gara ha annunciato definitivamente il ritiro.

Dopo un anno brillante e pieno di conquiste, ha preferito lasciare da vincitrice la piscina e dedicarsi a una vita diversa, quella di moglie e madre. Si è, dunque, sposata con Stefano Parolin all’isola d’Elba. La cerimonia si è svolta nella chiesa Madonna dell’Uva sulla baia di Biodola, proprio dove i due si erano conosciuti per caso nel maggio 2009, nel giorno del compleanno della campionessa.

Sono stati moltissimi i messaggi di auguri per la campionessa azzurra. Per citarne uno: “Dopo la pioggia di medaglie e l’ingresso nell’olimpo dello sport si aprono le porte della vita con il tuo amato Stefano!!”, scrive la Federnuoto su Instagram. Tania è stata accompagnata in chiesa dal commosso papà Giorgio ed indossava un abito della fashion designer Alessandra Rinaudo, le fedi sono di Gregorio Damiani. Come testimoni sono state scelte dalla sposa, Francesca Dallapè, con la quale ha vinto l’argento a Rio, e Alison Gallmetzer, amica di lunga data. I 200 invitati hanno quasi tutti dormito all’Hotel Ermitage che ha al suo interno una piccola chiesa. Tra gli invitati c’erano Giovanni Malagò (che per un impegno non ha potuto partecipare), il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, e Klaus Dibiasi. La colonna sonore, quella di Antonello Venditti. Cosa si può volere di più? Brava Tania!

lapr0524_mediagallery-article

Photo Credits: Facebook

Comments

comments