Elisa Claps: il ritorno dell’assassino

“Danilo Restivo potrebbe essere espulso dalla Gran Bretagna e venire a scontare la pena in Italia, siamo preoccupati”: è l’allarme di Gildo Claps.

Siamo nel 1993, Elisa Claps è studentessa al terzo anno del liceo classico di Potenza. È descritta dai conoscenti come una ragazza felice e serena, molto religiosa, che canta nel coro della parrocchia e sogna di lavorare con Medici Senza Frontiere. La mattina del 12 settembre 1993 Elisa esce di casa per andare ad una funzione religiosa nella vicina e di lei si perderà ogni traccia.

Secondo le testimonianze, Elisa aveva in realtà concordato con un’amica di recarsi presso la Chiesa della Santissima Trinità per incontrare un amico che doveva consegnarle un regalo per festeggiare la promozione agli esami di riparazione. Fu scoperto in seguito che la persona incontrata da Elisa è Danilo Restivo, il quale si presenterà, con gli abiti insanguinati al Pronto Soccorso dell’ospedale cittadino per farsi medicare un taglio alla mano, raccontando ai medici d’essersi fatto male in seguito ad una caduta. Elisa scompare e il suo corpo non viene mai ritrovato; fino a quando, quasi diciassette anni dopo, i resti della giovane vengono rinvenuti nel sottotetto della chiesa dove Elisa s’era incontrata con Restivo.

Nel frattempo, però, l’assassino ha commesso un  nuovo omicidio in un altro paese ed è, pertanto, costretto a subire due processi. Il 30 giugno 2011  viene condannato all’ergastolo dalla Crown Court (tribunale) di Winchester per l’assassinio di Heather Barnett. Nel pronunciare la sentenza – in cui si afferma che senza ombra di dubbio Restivo ha ucciso anche Elisa Claps – il giudice Michael Bowes ha inoltre detto a Restivo: “Lei non uscirà mai di prigione […]. Lei è recidivo. È un assassino freddo, depravato e calcolatore […] che ha ucciso Heather come ha fatto con Elisa [Claps, n.d.r.] […]. Ha sistemato il corpo di Heather come fece con quello di Elisa. Le ha tagliato i capelli, proprio come Elisa […]. Merita di stare in prigione per tutta la vita”. Restivo viene condannato anche in Italia ma sconterà la pena in Gran Bretagna.

Oggi, 23 novembre, tuttavia arriva un nuovo terribile colpo di scena: “Danilo Restivo potrebbe essere espulso dalla Gran Bretagna e venire a scontare la pena in Italia, siamo preoccupati”. Questo è l’allarme di Gildo Claps in diretta a “Chi l’ha visto? 12:25”. Sembrerebbe che sia affetta da vizi di forma la sentenza che stabiliva che Restivo deve scontare nel Regno Unito la sua pena. Questo potrebbe portare a un decreto di espulsione da parte del governo britannico. “Troppi assassini rimessi in libertà nel nostro Paese”.

restivo_terzo_omicidio

Photo Credits: Facebook

 

Comments

comments