Siria: J.K. Rowling esaudisce il sogno di una bambina di Aleppo

Leggere Harry Potter per dimenticare la guerra: J.K. Rowling, ideatrice di Harry Potter, ha inviato a una bimba siriana un e-book con tutti i suoi libri.

La storia ha dell’incredibile, impossibile non commuoversi: La scrittrice J.K. Rowling, creatrice della saga di Harry Potter, ha inviato a una bambina siriana di sette anni, Bana Alabed, un e-book con tutti i libri su Hogwarts, dopo che la mamma della bimba le aveva chiesto su Twitter come poteva trovarli. La madre di Bana gestisce l’account Twitter della bambina, che ha già oltre 93mila follower, e qui ha scritto che la piccola “legge per dimenticare la guerra”.

Madre e figlia, residenti nei quartieri nella parte est di Aleppo, assediati, sono sotto costante bombardamento dai caccia russi e dell’aviazione governativa siriana. Le due hanno visto uno dei film di Harry Potter e sono rimaste colpite. Così, questa donna ha deciso di raccontarlo a Rowling e riferire all’autrice quanto sarebbe piaciuto alla bambina leggere i libri. Da questa idea sono scaturiti una serie di tweet che hanno portato alla luce una realtà molto triste…

“Spero che leggerai i libri perché sono sicura che ti piaceranno”, ha twittato la Rowling; ma la bambina non aveva i soldi per comprarli. La madre ha risposto: “Le piacerebbe leggerli ma non li abbiamo. Come possiamo averli?”, poi, a un membro dello staff di Rowling è venuta l’idea di mandare l’e-book ad Aleppo, cosa di cui l’autrice si è rallegrata: “Brillante idea”, ha scritto sempre sul social network. Dopo il regalo, la madre di Bana ha twittato una foto della piccola che tiene un cartello su cui si legge: “Molte grazie per i libri, amica J.K. Rowling. Ti voglio bene, da Aleppo”. La guerra è ancora in corso ma la bambina avrà, finalmente, un po’ di distrazione dai bombardamenti.

bana-2-905

Photo Credits: Facebook

Comments

comments