L’abito del futuro è quello in grafene

Al Trafford Centre di Manchester è stato presentato un abito composto da un materiale leggerissimo e resistente che potrebbe secondo gli scienziati rivoluzionari ogni aspetto della nostra vita: il grafene. 

Il grafene venne studiato per la prima volta nel 2004 presso l’Università di Manchester da due fisici Andrej Gejm e Konstantin Novoselov; i due ricevettero nel 2010 anche un premio Nobel per la fisica per l’enorme lavoro svolto per tale ricerca. Il materiale è composto da singoli atomi di carbonio disposti in esagoni e sembra che sia 200 volte più forte dell’acciaio, oltre ad essere considerato anche il migliore conduttore di elettricità che si sia mai conosciuto.

Certamente una delle novità che rendono questo vestito ancora più unico è il fatto che il suo colore possa cambiare in sincronia del respiro di chi lo indossa per mezzo di piccole luci a LED: un sensore permette infatti di registrare il respiro. Francesca Rosella, capo direttore creativo del “Cute Circuit“, compagnia di moda londinese che ha collaborato con la  National Graphene Institute dell’Università di Manchester, spiega che il grafene non era stato mai utilizzato prima nel settore della moda: “Essere i primi ad utilizzare il grafene è stato un vero onore. Ci siamo molti divertiti a creare questo splendido tubino nero che permette di mostrare le sorprendenti proprietà del grafene.”

I ricercatori sperano inoltre che tramite le nuove tecnologie il vestito possa un giorno mostrare qualsiasi tipo di colore e disegno. “L’abito è davvero unico nel suo genere e mostra ciò che la creatività, la fantasia e il desiderio di innovazione possa creare usando il grafene e simili materiali bidimensionali.” dichiara Paul Wiper, ricercatore del  National Graphene Institute di Manchester. Mentre questo abito potrebbe essere presto il modello che verrà indossato nel futuro gli studiosi ritengono che questo materiale abbia moltissime potenzialità commerciali e che potrebbe essere utilizzato anche per la velocità di aerei e di treni.

L'abito del futuro è quello in grafene 
Photo Credits Facebook

Comments

comments