Le donne sono vendicative e gli uomini?

Da Medea a Kill Bill la vendetta è una prerogativa esclusivamente femminile, ma ne siamo proprio sicuri?

La vendetta è femmina e a dar conferme ci sono tantissimi film che narrano di donne in carriera che vengono licenziate in tronco e si vendicano contro il proprio capo oppure mogli tradite che scoprono che il marito ha due, ma anche tre vite parallele e allora tutte si uniscono in una vendetta contro il fedifrago. Non solo le pellicole ci vengono in aiuto a sostenere questa tesi, basti pensare agli antichi, alla storia di Medea o alla stessa Era che veniva dipinta come la dea più vendicativa dell’Olimpo a dispetto del conte di Montecristo. Come diceva Nietzche: “Nella vendetta e nell’amore la donna è più barbarica dell’uomo“. Siamo proprio sicuri che sia una caratteristica solo femminile?

Gli uomini vengono da Marte e le donne vengono da Venere, i primi ragionano in un modo e le seconde in un altro ancora. Nel rapporto uomo donna, i luoghi comuni vogliono che il piatto che va servito freddo è sempre a opera della femmina, ma questo non riguarda solo il campo amoroso, anche quello dell’amicizia. Durante le chiacchiere da bar con gli amici, gli uomini sono quelli che prendono tutto con filosofia, che non portano rancore e tutto passa con una pacca sulla spalla e una birra.

Eppure di storie di amicizie maschili finite male e che si sono vendicati ce ne sono. La maggior parte sono legate ad una donna, con il classico La ragazza del mio migliore amico. Meglio ancora quando gli amici da sempre sono tre e due tra loro sono una coppia, ma a volte capita, molto più spesso di quanto uno si possa immaginare, che lui ama lei, lei ama l’altro e l’altro ruba la donna del suo migliore amico. E allora qui che succede? L’uomo tradito riprende la sua vita e va avanti con indifferenza e menefreghismo? In questo ultimo anno non si fa altro che parlare di femminicidio o di donne sfregiate con l’acido, questo non può essere considerata una vendetta?

Le donne sono vendicative e gli uomini?

Photo Credits Facebook

Comments

comments