Met Gala 2017, tutto quello che c’è da sapere

Met Gala 2017: che cos’è, com’è nato e curiosità sul ballo più atteso e più importante dell’anno. 

Il primo maggio 2017 si è svolto il Met Gala, la serata di beneficenza più attesa dell’anno, conosciuto anche come il Gran ballo o la serata degli Oscar della moda. Come sempre tutte le star più attese hanno sfilato sul white carpet, si perché il tappeto non è rosso ma bianco, del Museum Institute of Art di New York. Il tema di quest’anno è legato alla mostra di primavera”Rei Kawakubo, Comme des Garçons: Art of the In-Between”, ovviamente la stilista giapponese era l’invitata più attesa di tutto il ballo. La designer di Comme des garçon è la seconda stilista ancora in vita, che viene celebrata con una mostra al Met dopo Yves Saint Laurent nel 1983.

Met Gala 2017, tutto quello che c'è da sapere

In queste ultime edizioni il ballo si è tenuto ogni primo lunedì di maggio, ma le origini del Gala risalgono al 1948 per volere di Eleanor Lambert. Per i primi vent’anni, l’evento era una cena di beneficenza, dove vi era presente tutta l’alta società newyorkese e si svolgeva sempre in due ristoranti o il Rainbow Room o il Waldorf Astoria. Nel 1972, la direttrice di Vogue, Dian Vreeland, avviò la collaborazione con il Met e iniziò a invitare a queste cene annuali stilisti e vip. Con l’arrivo di Anna Wintour, alla direzione di Vogue America, avvengono altri cambiamenti all’interno dell’organizzazione del ballo, introducendo nella serata il presidente onorario del Gala solo per quella giornata e invitando personaggi famosi, attirando ancora di più le luci sull’evento più atteso dell’anno.

Met Gala 2017, tutto quello che c'è da sapere

Se in precedenza il Met Gala si teneva tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre e successivamente a fine aprile, dal 2005 è sempre il primo lunedì di maggio. La moda è rimasta la protagonista indiscussa e il tema è sempre dettato dalla mostra di primavera del museo, la quale influenza il dress code e tutti i dettagli della serata. A decidere chi è invitato o meno, quindi ad avere l’ultima parola è sempre lei, Anna Wintour, la quale tiene molto ad invitare stilisti emergenti regalandogli il biglietto, perché ogni ticket costa trentamila dollari essendo una serata di raccolta fondi per il Costume Institute del Met. Gli stilisti sono sempre al centro dell’attenzione, non solo per le mostre, ma anche per gli abiti che sfilano sul tappeto bianco, che spesso sono creati appositamente per il Met Gala.

Met Gala 2017, tutto quello che c'è da sapere  Photo Credits Facebook

Comments

comments