Michael Jackson, le lettere segrete: “Stanno tentando di uccidermi”

Un amico di Michael Jackson ha pubblicato le tredici lettere ricevute fino a qualche giorno prima della sua morte. Il giallo si infittisce. 

Michael Jackson sono passati otto anni dalla sua morte, ma ancora fanno discutere le circostanze in cui è avvenuta. Dopo i vari tentativi da parte della figlia Paris Jackson di convincere tutti che la morte del padre è avvenuta per mano di qualcuno, ora ad aiutarla a confermare la sua teoria, ci sono tredici lettere, che sono state rese note da un amico del Re del pop.

L’amico in questione è Michael Jacobshagen e le lettere sono state scritte fino a poche settimane prima della morte, provocata da una somministrazione maggiore maggiore di Propofol sedativo. Jacobshagen ha deciso di renderle note per aiutare la figlia dell’amico, che ha dichiarato che il padre è stato ucciso. All’interno di queste epistole, il cantante ha confidato all’amico i suoi timori e più volte si legge la paura e i sospetti che l’hanno accompagnato fino alla fine, come: “Stanno tentando di uccidermi”, “Ho paura per la mia vita”.

Jacobshagen mentre era ospite per parlare di queste lettere a Sunday Night, una trasmissione austrialiana, ha ripercorso le ultime settimane di vita dell’amico, da quando era in Germania e ha ricevuto una telefonata da Michael che gli chiedeva di rientrare in America, quindi a Los Angeles; subito dopo il suo rientro ha ricevuto le lettere in questione in cui si legge: “Mi fanno molta pressione, sono preoccupato per la mia vita“, però non si sa a chi si riferisse Jackson. In alcuni punti si legge che il Re del pop sentiva pressione dai promotori della AEG, i quali erano incaricati di organizzare il tour inglese per il ritorno sulle scene dell’artista. Ha poi aggiunto Jacobshagen: “Durante quei giorni che ho passato con lui Michael era nel pieno di un crollo emotivo e diceva: ‘Mi vogliono uccidere'”.

Michael Jackson, le lettere segrete: "Stanno tentando di uccidermi"

Photo Credits Facebook

Comments

comments