Beyoncè partorirà in casa: spesi oltre un milione di dollari per le attrezzature mediche

Beyoncé Knowles e suo marito Jay-Z, si stanno preparando per la nascita dei loro gemelli, benché non sia stata rivelata la vera data, la coppia avrebbe deciso di partorire in casa, senza alcun ricovero in ospedale per la cantante.

Manca ormai davvero poco all’atteso parto gemellare della popstar Beyoncé. La cantante e suo marito Jay Z stanno preparando tutto in vista del lieto evento. Tutti i media ormai da giorni parlano di aver avvistato diversi furgoni fuori dalla loro abitazione, che hanno portato attrezzature mediche nella casa della coppia, poichè Beyoncè avrebbe scelto di partorire in casa. Il motivo di tale decisione è dovuto soprrattutto ad una questione di privacy e sicurezza, oltre al fatto che la coppia vorrebbe evitare le polemiche che erano seguite alla nascita di Blue Ivy, la loro primogenitaal Lenox Hill Hospital di New York, dove alcuni pazienti si erano lamentati per l’enturage della cantante.

Per la nascita dei due gemellini Beyoncè e Jay-Z non hanno davvero badato a spese, poiché i piccoli devono essere seguiti al meglio. Al momento infatti sembrerebbe che i due abbiano già speso oltre 1.27 milioni di dollari tra attrezzature mediche e quant’altro, per far diventare la villa della popstar quasi una clinica privata con tanto di incubatrice e un’intera ala neonatale di tipo professionale. Per ogni evenienza, poi un’ambulanza è fissa fuori l’abitazione della coppia, per correre in ospedale nel caso in cui lei o i gemelli dovessero avere bisogno di una reale struttura ospedaliera.

Sembrerebbe dunque ormai che sia tutto pronto per il lieto evento, secondo indiscrezioni la bella cantate non uscirebbe da casa già da giorni, aspettando il parto con ansia, mentre consegne di cibo e regali si susseguono a ritmo forsennato. Poche settimane fa, Beyoncé ha festeggiato i gemelli in arrivo con il baby shower, un tipico party americano che si fa in onore dei prossimi nascituri. La festa è generalmente a tema e la diva avrebbe scelto quello dell’Africa.

Photo Credits Facebook

Comments

comments