Il sito della gogna porno, insultare e umiliare le donne sul web

Scaricare foto e video hard rubati dai social e poi condividisi all’insaputa delle protagoniste su un sito, che ha come unico obiettivo insultare le ragazze, che spesso sono minorenni.

La Rete è un posto che può essere un ottimo mezzo per conoscere, ma anche per distruggere. Nel vasto mare magnum internettiano è nato il cyberbullismo e gli haters nascosti dalla forza di un monitor che permette di dire, fare quel che gli passa per la testa. In quest’ultimo periodo, tanti sono stati i casi in cui foto e video hot sono stati pubblicati sui social network e spesso all’insaputa dei protagonisti. Il quotidiano Il Giornale ha pubblicato un articolo firmato da Giuseppe De Lorenzo e Marco Vassallo, nel quale i giornalisti hanno svelato il “sito della gogna porno“. Un portale dove utenti pubblicano in forma anonima file multimediali hard all’insaputa delle protagoniste, spesso ragazze minorenni, per insultare, umiliare ed esprimere i propri pareri sessuali.

Il sito di cui non è stato fatto il nome per non aumentare il flusso di persone, come riporta Il Giornale: “È una vera e propria bacheca del web e dell’umiliazione“. La piattaforma è stata concepita nel 2015 in America ed è stata pubblicizzata su 4chan, un imagineboard fondato da Christopher Poole. Il sito è arrivato anche in Italia ed ha alcune regole. La prima: “Gli autori si sono tutelati informando gli utenti che è ‘vietato collegare o caricare qualsiasi contenuto illegale‘ che sia vietato ‘possedere o condividere negli Stati Uniti’. Per il resto liveri tutti”, come scritto dal quotidiano. La bacheca della gogna è ispirata ai principi degli altri noti social network: caricare immagini e video e poi iniziare a commentare. A differenza di Facebook o Instagram, per questa piattaforma non è necessaria la registrazione, ma qui ad essere sovrano è l’anonimato, cosicché tutti gli utenti possano condividere foto e scrivere insulti sotto i file multimediali pubblicati.

Tutto quello che viene condiviso resta visibile solo per 24 ore, ma è possibile scaricare e salvare foto e video sui propri computer. Come ha spiegato Il giornale, il motivo che spinge agli utenti a pubblicare foto all’insaputa delle ragazze protagoniste è quello di emettere giudizi in libertà, quasi sempre insulti di vario genere. Alcuni degli anonimi, oltre a pubblicare lo scatto, rendono pubblici anche i nomi e cognomi della vittima e i profili social, cosicché chiunque possa prenderla di mira e creare anche un catalogo. Ad essere umiliate possono essere donne con le quali non si ha rapporto, ma anche amiche, fidanzate, mogli, così per divertirsi senza che le protagoniste sappiano di essere finite in questo sito.

Il sito della gogna porno, insultare e umiliare le donne sul web

LEGGI ANCHE: WHATSAPP, RAGAZZE ADOLESCENTI SI SCAMBIANO FOTO HOT, MA LA CHAT FINISCE SU INTERNET

Comments

comments