La fine del mondo è vicina: lo dice Stephen Hawking

Dopo tutte le previsioni shock, poi rivelate assolutamente false, diffuse sul web, comincia a farsi strada una nuova preoccupante predizione sulla fine del mondo dalla voce ben affermata di Stephen Hawking, famoso professore dell’Università di Cambridge: la vita sulla Terra sta per finire e l’uomo deve correre ai ripari al più presto.

Nessun terromoto o tsunami in arrivo, nemmeno un’invasione aliena o l’eruzione di un vulcano mai spento: la fine del mondo però sta arrivando e a dirlo stavolta è la voce autorevole di Stephen Hawking, genio assoluto dell‘Università di Cambridge. Il professore è intervenuto nel corso del Tencent WE Summit tenutosi a Beijing ed ha dichiarato che la vita sulla Terra, cosi come la conosciamo, sta per concludersi.

Tra le tante previsioni shock che si sono diffuse negli ultimi tempi sul web questa sembra essere la più preoccupante, perchè di sicuro c’è qualche fondamento scientifico. Hawking ha rivelato che la Terra potrebbe essere immersa in una “palla di fuoco” come nel Giudizio Universale e l’uomo, se vuole salvarsi da fine certa, deve correre ai ripari al più presto.

Cosa fare allora per non rischiare l’estinzione? Secondo il professore la soluzione sarebbe da ricercare nel colossal Star Trek e “andare coraggiosamente dove nessuno è andato prima”: l’unico modo per salvarsi quindi sarebbe trasferirsi su altri pianeti. Hawking, infatti, è un tenace sostenitore del Breakthrough Starshot, il programma scientifico che è alla ricerca di forme aliene nell’universo, ed è fiducioso che presto verranno trovati altri pianeti adatti alla vita umana. La ricerca sta continuando, ma per il momento non bisogna cedere ad inutili allarmismi: la fine del mondo è in arrivo ma, come sostiene Hawking, succederà più o meno tra 600 anni.

Photo Credits Facebook

 

 

Comments

comments