Rita Dalla Chiesa: “Asia Argento aveva in mano tutte le chiavi per poter dire no”

La conduttrice Rita Dalla Chiesa, dopo gli avvenimenti delle ultime settimane, si è confessata in una lunga intervista esprimendo con determinazione le sue idee sulla mafia, sulla televisione e sugli abusi sessuali.

Rita Dalla Chiesa, la storica conduttrice di Forum, si è confessata all’Huffington Post. Un’intervista in cui, la conduttrice con fermezza e determinazione ha espresso le sue idee, partendo dall’uccisione in un agguato mafioso dei genitori, il Generale Carlo Alberto Dalla ChiesaEmanuela Setti Carraro, il 3 settembre di 35 anni fa a Palermo in via Carini, e di come le è stato insegnato il rispetto come valore assoluto. “All’epoca mio padre era Colonnello. Quando lui diventò Generale, io avevo trent’anni e una bambina di sette. Quando morì ebbi chiara l’idea che chiunque sarebbe arrivato dopo di lui, non avrebbe fatto le stesse cose. Sapevo che, se non ci fosse stato lui, il terrorismo non sarebbe stato colpito nello stesso modo” queste sono le parole dette dalla conduttrice che ha aggiunto: “La mafia è una mentalità. E quelli che, allora come adesso, la combattono da soli, non possono riuscire a sconfiggerla. La mafia va combattuta ogni giorno“.

Non poteva mancare il riferimento a quanto è accaduto durante la manifestazione organizzata in occasione dell’anniversario dell’uccisione dei genitori: “Le dico solo che hanno rubato perfino la bandiera che avevamo deposto sulla tomba. La mafia c’è, e ben radicata e presente”. Uno sfogo che aveva condiviso anche sui social e la Signora del tribunale televisivo ha proseguito esprimendo il suo pensiero: “E adesso noi italiani siamo diventati razzisti, respingenti, nazisti“. Proprio su quest’ultima definizione la conduttrice ha spiegato: “Sento la gente che dice: Quando c’era Mussolini… e inneggiano la sua memoria con il saluto fascista. Io Mussolini non lo metterei più neanche sui libri di scuola, quello è un periodo da cancellare”.

La Signora di Forum ha poi parlato di come la televisione abbia bisogno di tornare alle origini:”È maleducata. Entra nelle case della gente e manda dei messaggi a sproposito. La TV dovrebbe tornare a insegnare, educare e custodire il buon comportamento” e ha espresso il suo pensiero riguardo allo scandalo delle molestie sessuali, che in questi giorni se ne discute e Dalla Chiesa ha voluto mandare un messaggio ad Asia Argento: “Avevi tuo padre, avevi tua madre, avevi una serie di amicizie di tuo padre, che bisogno avevi?“. Infine confessa che anche lei ha ricevuto avances, ma mai per fini lavorati, e ha raccontato un episodio, spiegando come ha reagito lei : “Una sera ero al Bagaglino, stavo guardando uno spettacolo, poi venne una persona a dirmi che un determinato politico mi avrebbe voluto portare subito dopo a cena. Lo guardai e chiesi, sconcertata: Prego? Finì lì“.

 Rita Dalla Chiesa: "Asia Argento aveva in mano tutte le chiavi per poter dire no"

LEGGI ANCHE: GENERALE CARLO ALBERTO DALLA CHIESA A 35 ANNI DALLA STRAGE DI VIA CARINI [VIDEO]

Photo Credits Facebook

Comments

comments