Nina Moric: “Facebook mi ha abbassato la visibilità, è giusto combattere” [FOTO]

Nina Moric, modella croata recentemente molto famosa a causa dei suoi post su Facebook che hanno fatto indignare in moltissimi, ne ha pensata un’altra: il noto social network le ha abbassato le visualizzazioni di un suo post dove chiedeva delle donazioni per la Siria, lei non ci sta e per riprendersi l’attenzione si spoglia nuda.

Nina Moric è una modella e showgirl croata famosa nel Bel Paese non solo per la sua carriera ma anche per il matrimonio, ormai concluso, con Fabrizio Corona. Nonostante il gossip per la sua vita privata, Nina è finita nel mirino dei media più volte a causa dei suoi post provocatori pubblicati sul profilo Facebook.

La Moric è solita essere molto attiva sui social e utilizza il noto social network per tutto ciò che la riguarda, anche per questioni molto personali. Se mesi fa aveva fatto sorridere più di uno (e sicuramente indignare qualcun’altro) la singolare offerta di lavoro dove la modella era alla ricerca di una collaboratrice domestica molto particolare (Nina la voleva molto riservata, possibilmente muta, non proprio piacente e non della sua taglia), di sicuro il suo epic fail su Samuel L. Jackson e Magic Johnson scambiati per migranti (la Moric ha poi detto di aver preso in giro tutti) verrà ricordato per un bel po’.

Nina usa il suo profilo anche per questioni molto importanti come la guerra in Siria e l’emergenza che riguarda la popolazione di Aleppo, ormai allo stremo a causa delle continue esplosioni. In un post online la showgirl chiedeva delle donazioni a favore della popolazione siriana ma, secondo lei, il popolare social network avrebbe deciso di limitarne la visibilità. Quale sarà stata la risposta della Moric? “Facebook mi ha abbassato la visibilità del post precedente riguardante le donazione per la Siria. Ho pensato che era giusto combattere.Dateci un occhio. Nuda ma per una giusta causa”, ha scritto online condividendo una sua foto dove si mostra completamente senza veli. Di sicuro avrà attirato l’attenzione degli utenti, se poi procederanno alle donazioni allora sarà davvero servito per una giusta causa.

Photo Credits Facebook

Comments

comments