Polemica H&M per la felpa “scimmia” fatta indossare da un bambino di colore [FOTO]

H&M, ll noto brand di abbigliamento low cost, è finito nella bufera per una pubblicità di una felpa “scimmia” fatta indossare ad un bambino di colore: il brand si scusa e elimina le “campagne razziste” dal sito internet.

H&M è al centro delle polemiche a causa di alcune immagini pubblicitarie che hanno suscitato l’indignazione degli utenti del web. Il noto brand di abbigliamento low cost è finito nella bufera per uno scatto che metteva in vendita una felpa con la scritta “la scimmietta più cool nella giungla”. La foto ha fatto particolarmente scalpore perchè ad indossare il capo d’abbigliamento pubblicizzato c’era un bambino di colore.

Subito H&M è stato accusato di realizzare dei capi di abbigliamento razzisti e gli utenti del web hanno protestato per queste pubblicità indelicate. Ma il tutto non si ferma a questa particolare felpa “scimmia”, perchè sembra che questo non sia l’unico capo d’accusa. La stessa felpa viene indossata anche da un bambino bianco ma con una scritta differente: qui si legge “esperto di sopravvivenza”. Immediata la protesta del web che hanno commentato con: “Trovata pubblicitaria disgustosa, il termine scimmia viene usato per indicare i neri africani…e voi osate fare questo sul vostro sito!”.

Dopo l’accusa di razzismo, è partita online una campagna per boicottare il popolare marchio che ha dovuto difendersi per il messaggio colonialista lanciato sulle felpe. Immediatamente sono arrivate le scuse ufficiali da H&M che hanno fatto sapere tramite un loro portavoce che: “L‘immagine è stata rimossa da tutti i canali di H&M, ci scusiamo ma non volevamo offendere nessuno”. La gaffe ha suscitato anche la reazione di un lavoratore dello stesso marchio cha ha twittato: “Nel 2018 un brand e un art director non possono essere così spenserieti e negligenti. Se guardi le altre felpe della stessa categoria sono indossate da modelli bianchi. Bisogna fare di meglio”.

Photo Credits Facebook

 

Comments

comments