Actual: “Roma Nord-Roma Sud è un capitolo chiuso: ora voltiamo pagina” [ESCLUSIVA]

Velvet Mag ha intervistato in esclusiva Lorenzo Tiberia, uno dei due componenti insieme a Leonardo Bocci degli Actual. Da Roma Nord a Roma Sud, conosciamo meglio chi sono i due nuovi fenomeni del web che hanno esportato le differenze della Capitale in tutta Italia.

Com’è nato il fenomeno Actual?

Io e Leonardo [Bocci, ndr] ci siamo conosciuti in una scuola di recitazione nel 2009: eravamo entrambi attori e lavoravamo in teatro. Leonardo si era un po’ stancato di fare provini dopo provini e allora aveva cominciato a fare il giornalista sportivo per un sito che parlava della squadra della Roma e un giorno ha avuto l’idea di fare un video da postare sul sito dove scriveva. Cosi nel 2012 abbiamo fatto “Fantacalcio Romanista”: ha avuto tantissime visualizzazioni e allora abbiamo cominciato una serie web sempre su questo tema. Durante questo periodo a Roma è scoppiato il caso di Mafia Capitale e da li abbiamo avuto l’idea di fare un video parodia su questo ed è nato “Romanzo Capitale”, ispirato dal film Romanzo Criminale. Il video è andato molto bene e cosi abbiamo pensato di fare una serie di video sull’attualità, la politica, ecc e quindi è nato il nome Actual.

Siete partiti da un genere satirico per arrivare alla comicità vera e propria degli stereotipi di Roma: cosa vi ha spinto verso questo cambiamento?

All’inizio facevamo satira politica e non raggiungevamo una grande fetta di pubblico. Con Actual siamo diventati più commerciali per arrivare un po’ a tutti e cosi abbiamo fatto video come sulla nota vocale di Whatsapp oppure sul like di Facebook. Poi abbiamo pensato di raccontare Roma e così abbiamo pensato a questa distinzione tra nord e sud che ci ha fatto guadagnare molte visualizzazioni e abbiamo avuto la possibilità di farci conoscere da un gran numero di persone.

Roma Nord-Roma Sud, due stereotipi a confronto: da dove nasce l’idea di confrontare due realtà così differenti?

Io sono di Roma Nord mentre Leonardo è di Roma sud: non siamo così calcati come i personaggi che interpretiamo ma ci è bastato guardarci intorno per prendere l’ispirazione per i video. Naturalmente portiamo in scena degli stereotipi quindi i personaggi sono estremizzati. Il personaggio di Roma Nord viene da Viale Parioli, Ponte Milvio anche se poi la zona si estende molto più in la.

Questo tema è piaciuto così tanto ai vostri fan che avete proseguito su questo filone realizzando una serie di video sempre sullo stesso tema. Negli ultimi video, però, sono comparsi alcuni commenti negativi che rimarcavano il fatto che il soggetto fosse sempre lo stesso: cosa rispondi a queste critiche?

In realtà noi volevamo terminare il filone Roma Nord-Roma Sud con il video di “Ostia-Fregene”: già con il video delle “Università di Roma” riprendiamo un po’ lo stereotipo però volevamo comunque andare oltre. Poi però siamo stati contattati da diversi brand che ci hanno chiesto di inserire il loro prodotto nel nostro tema. Abbiamo scelto di proseguire con questo filone ma i fan si sono accorti che ormai stavamo facendo qualcosa che non ci apparteneva: erano dei video pensati da noi ma in collaborazione con altri e alla fine veniva fuori una cosa forzata e allora sono arrivate le critiche.

Nonostante le critiche, gli stereotipi di Roma vi hanno portato ad approcciarvi con il cinema realizzando un video per pubblicizzare il film “Come un gatto in tangenziale” con Paola Cortellesi e Antonio Albanese.

Il film parla di una ragazza della Roma bene che si innamora di un ragazzo che abita in periferia: è praticamente la contrapposizione che noi portiamo nei nostri video. Siamo stati chiamati dalla casa di produzione per realizzare questo video per pubblicizzare il film: siamo i due personaggi a cui i protagonisti del film [Paola Cortellesi e Antonio Albanese, nrd] si rivolgono per impedire ai figli di stare insieme. La produzione chi ha chiesto di inserire il loro prodotto nel nostro tema e abbiamo scelto di farlo anche se volevamo terminare il progetto degli stereotipi.

Che progetti avete per il futuro: vi piacerebbe mettervi alla prova con il cinema oppure vorreste continuare nel mondo del web magari puntando su un altro tema?

Per il momento stiamo scrivendo un libro per Rizzoli che uscirà ad aprile. Sarà un primo step e poi vediamo dove ci porterà. Stiamo anche pensando ad altri video: in progetto abbiamo di girarne alcuni a Milano magari rappresentando la realtà dei romani in un’altra città, quindi un’altra prospettiva rispetto ai precendenti. L’argomento Roma Nord-Roma Sud non tornerà: l’abbiamo già trattato a lungo e ormai il concetto si è esaurito.

 

Photo Credits Facebook

 

Comments

comments