Lucio Battisti: 74 anni dalla nascita di un grande della musica italiana

A 74 anni dalla sua nascita vogliamo ricordare il grande Lucio Battisti con un video. Chiunque sia nato o cresciuto in Italia conosce le sue canzoni più memorabili, da Mi ritorni in mente a Emozioni per non dimenticare Acqua azzurra acqua chiara.

Lucio Battisti, nato il 5 marzo 1943 a Poggio Bustone, un paese in provincia di Rieti, comincia a cantare contro il volere della famiglia. All’età di 21 anni si trasferisce a Roma per suonare come chitarrista de I Campioni e solo dopo aver capito di voler intraprendere la carriera da solista si sposta a Milano, dove riesce a riesce ad avere un appuntamento con Franco Crepax, direttore artistico della CGD. Nel 1965 nasce il mitico sodalizio con Mogol, paroliere già di una certa fama. Il sodalizio durerà fino agli anni ’80: si romperà dopo la pubblicazione del 14° album assieme, per un mancato accordo sulla divisione dei proventi della musica.

Mogol e Battisti scrivono assieme una lunga e fondamentale pagina della musica popolare italiana, scalando le classifiche con le loro canzoni immortali. I due sono stati in grado di rilanciare temi ritenuti esauriti o difficilmente rinnovabili come il coinvolgimento sentimentale e i piccoli avvenimenti della vita quotidiana; hanno saputo esplorare anche argomenti del tutto nuovi e inusuali, a volte controversi. Dopo la rottura con Mogol, Battisti si spinse verso la sperimentazione pura a partire dal 1986 quando collabora con Pasquale Panella, alle cui parole affianca temi elettronici e atmosfere rarefatte, ricche di un notevole arrangiamento ancora piuttosto melodico.

Le cause della sua morte, avvenuta all’Ospedale San Paolo, non verranno mai comunicate ufficialmente e al suo funerale a Molteno, sua città di residenza, saranno ammesse pochissime persone.

Photo Credits Facebook

Comments

comments