Jerry Lewis, addio al comico di Hollywood

È morto all’età di 91 anni Jerry Lewis per cause naturali. La notizia è stata resa pubblica da alcuni tabloid americani.

Jerry Lewis, addio al comico di Hollywood

Attore, comico e regista. Jerry Lewis si è spento il 20 agosto 2017 nella sua casa a Las Vegas, dove abitava con la seconda moglie Sadnee Pitnick. A riferire la notizia sono stati alcuni media americani come Hollywood Reporter e Variety e in anteprima è stato il The Sun. Negli ultimi anni, Lewis ha avuto diversi problemi di salute ed è stato sottoposto a quattro by pass coronarici, il diabete, un cancro alla prostata e una fibrosi polmonare.

Nato nel 1926, Lewis è diventato famoso grazie all’incontro con il collega Dean Martin e il loro sodalizio lavorativo è durato fino al 1956. Una carriera ricca di successi. Ha recitato in più di 60 film e in 16 con Martin. Nel 1960 è iniziata la carriera da regista di Jerry con il film Ragazzo tuttofare. Nel 1963 ha realizzato quello che è considerato essere il suo più grande capolavoro Le folli notti del dottor Jerryl. Nel 1999 è stato insignito del Leone d’Oro alla Carriera al Festival di Venezia.

Memorabili sono state le sue imitazioni che gli hanno fatto conquistare il titolo di più grande attore comico del Novecento, grazie alla mimica facciale e alla sua genialità di intrattenitore. Oltre al mondo del cinema e dello spettacolo, Lewis è stato sempre attento alle cause sociali e più volte è stato promotore di iniziative benefiche. Nel 1977 ha ottenuto una nomination al premio Nobel per la Pace per aver ideato Telethon a favore dell’Associazione per la Distrofia Muscolare. Il divo si è dedicato anche all’insegnamento ed è stato docente all‘Università della California, tra i suoi allievi Steven Spielberg e George Lucas.

Jerry Lewis, addio al comico di Hollywood

Photo Credits Facebook