"
LifestylePrimo piano

Madre fa sesso con il marito della figlia e prova ad ucciderlo

Una suocera e un genero hanno avuto una relazione sessuale e la donna prova ad uccidere l’ex amante perché ha confessato tutto alla figlia.

Una storia che sembra essere un episodio di una soap opera. Sembra uno di quei tanti intrighi che vengono raccontati da più di vent’anni dai protagonisti di Beautiful, invece è successo nella vita reale. In Florida, una madre di 58 anni, Kathleen Regina Davis ha fatto sesso con il marito della figlia, Michael Sciarra, di trentatré anni. A raccontare questa storia è stato il Daily Mail, perché la donna, mamma e amante ha cercato di uccidere il genero, dopo che lui ha confessato tutto alla moglie, Hannah Sciarra, nonché figlia della donna.

Il 20 settembre, la signora Davis, mentre stava andando a casa del suo ex amante, ha visto in strada il marito della figlia e ha tentato più volte di investirlo con la sua Mercedes nera. L’uomo ha deciso di avvertire la polizia, che dopo aver assistito alla scena, ha arrestato la donna. Secondo quanto è stato dichiarato dalla donna, la relazione clandestina con il signor Sciarra è iniziata dopo che lui e la figlia avevano interrotto il loro rapporto. La signora Davis ha raccontato inoltre che lei non si sarebbe mai immaginata, che l’uomo potesse raccontare della scappatella alla figlia Hannah. La sua decisione di investire l’amante è scaturita dopo che il signor Sciarra ha confessato tutto ad Hannah, che ha deciso di rompere i rapporti con la madre.

Kathleen Davis è stata arrestata, ma poi rilasciata su pagamento della cauzione. Ora, la donna è in attesa di processo con l’accusa di lesioni e tentato omicidio. Inoltre Sciarra ha raccontato che ha interrotto il rapporto con Hannah e che la suocera prima di provare ad investirlo rincorrendolo nel giardino della sua abitazione, gli ha lanciato delle uova in casa e in auto.

Madre fa sesso con il marito della figlia e prova ad ucciderlo

LEGGI ANCHE: AMORE PROIBITO: “MI SONO INNAMORATO DI MIA SORELLA”

Photo Credits Facebook

Back to top button
Privacy