"
LifestylePrimo piano

La sessualità al tempo della Generazione Z: omosessualità e bisessualità

Oggi si parla sempre più di sessualità sotto tutti gli aspetti: eterosessuale, omosessuale, bisessuale e pansessuale, ma quali sono le differenze tra tutti questi orientamenti?

I sondaggi

Negli ultimi anni non si fa che parlare di omosessualità, bisessualità e pansessuale. Secondo il direttore dell’istituto di Ortofonologia di Roma, Federico Bianchi di Castelbianco: “È iniziato tutto con il bacio passionale tra Madonna e Britney Spears durante il concerto del 2003″ e ha aggiunto che l’orientamento sessuali dei giovani di oggi è: “Una tendenza, una moda, quasi un obbligo“. La Bbc ha voluto fare un sondaggio, affidato all’istituto Ipsos-Mori, su un campione di mille ragazzi inglesi, che appartengono alla Generazione Z, di un’età compresa tra i 16 e i 22 anni, per capire l’orientamento sessuali dei giovani. Dai i risultati è emerso che un terzo degli intervistati si definisce gay o bisessuale.

Bisessualità

Ma cosa significa essere omosessuale, bisessuale e pansessuale? Per l‘omosessuale non servono spiegazioni o definizioni; quando una persona ama un’altra persona dello stesso sesso. In un’indagine sociologica condotta in Italia è emerso, che il 2% delle persone si dichiara bisessuale e circa il 3,5% dice di aver avuto rapporti sia con donne che con uomini. La bisessualità viaggia su una doppia linea e si basa su un’attrazione provata sia verso uomini che donne. La persona bisex può intraprendere una relazione sentimentale o puramente fisica solo con uomo e con una donna e non con individui intersessuali, tran o androgini.

Pansessualità

Negli ultimi giorni però si è parlato molto di pansessualità, soprattutto dopoché la cantante Gianna Nannini ha confessato di appartenere a questo orientamento sessuale. C’è una grande differenza con l’essere bisessuale. Il termine pansessuale, che deriva dalla parola greca “Pan” ‘tutt0‘, si può ricollegare a Sigmound Freud ed è riconducibile ad un’attrazione estetica, fisica o romantica nei confronti di una persona sia di sesso femminile o maschile. Secondo i pansessuali, l’amore è in grado di abbattere le barriere ed è capaci di sconfiggere le discriminazioni sessuali, così da dare importanza alle emozioni che si provano con una persona. Quindi la sessualità di queste persone è legata all’emozioni che provano nei confronti di diverse persone e al modo di essere dell‘uomo, donna, transessuale che si incontra e alle caratteristiche fisiche o intellettive, che cambiano a seconda delle persone con cui si entra in contatto.

La sessualità al tempo della Generazione Z: omesessualità e bisessualità

Photo Credits Facebook

Back to top button
Privacy