Fecondazione ai tempi di Facebook, uomini fanno sesso per donare il seme

Su Facebook esistono dei gruppi chiusi, dove uomini si offrono per fare sesso per donare il proprio seme a donne single o lesbiche o coppie che non possono avere figli. 

Fecondazione ai tempi di Facebook, uomini fanno sesso per donare il seme

Su Facebook c’è un mondo nascosto, che è stato creato per poter evitare le lunghe liste d’attesa nelle strutture che offrono la fecondazione eterologa, a causa della mancanza di donatori. L’eterologa è una fecondazione assistita in cui il seme oppure l’ovulo che servono non appartengono ai genitori, ma a una terza persona. Sul noto social network sono presenti numerosi gruppi chiusi, dove molti uomini donano il proprio seme attraverso messaggi in chat, oppure con annunci. L’Espresso ha intervistato alcune persone che si sono affidate proprio a questi gruppi, dove gli uomini si nascondono dietro profili fake e contattano chi interessato con un messaggio: “Sei in cerca di un donatore?”.

L’iter prevede la trattative che può durare ore come giorni, ma la scelta del donatore avviene al buio, perché non è consentita alcuna immagine del profilo. La donazione avviene solo se si accetta di fare sesso con uno sconosciuto. Questi donatori sostengono che la loro scelta sia una missione: “Immolarsi per la causa. Seguire una vera e propria missione di vita. Di voler dare gioia a tutte quelle coppie, donne single o lesbiche che non possono avere un figlio”. Questi uomini hanno un’età compresa tra i 30 e i 40 anni e se la trattativa va a buon fine, forniscono tutte le analisi mediche, ma non è detto che siano le loro, visto che usano uno pseudonimo. Su questi gruppi di Facebook vengono pubblicati anche annunci, dove il donatore si presenta e spiega se è disposto a fare una trasferta e perché vuole donare il proprio seme.

Una ragazza ha spiegato al giornale perché ha scelto questa strada: “La clinica spagnola mi ha fatto morire dallo stress e in Italia è quasi impossibile. I costi sono alti, le liste d’attesa lunghissime e abbiamo pochissimi donatori“. Il giornale ha inoltre intervistato alcuni di questi uomini che fanno parte dell’esercito del seme, che hanno spiegato come funziona e come avvengono gli incontri. Uno di questi si chiama Donato Barba, ovviamente è un nome di fantasia, e ha raccontato la sua esperienza di donatore: “Tutto al naturale, quindi tramite rapporto sessuale. Quando tutto va a buon fine, non esiste che non ti assumi le tue responsabilità. Cioè non esiste che vuoi un mantenimento per te e tuo figlio, andando per vie legali. Ti dico solo che ho avuto tre rapporti con tre ragazze diverse e sono rimaste tutte incinte. Tutte e tre senza nemmeno che venissi dentro, non so se mi spiego”. Non tutti i donatori di seme, scelgono la via del sesso, c’è chi come Donato Re sceglie di effettuare lo scambio in maniera artificiale, ossia il seme viene iniettato con una siringa, ma il donatore ha spiegato: “Io consiglierei, sia per l’età sia per il fatto che sei da sola, la donazione diretta. In questo modo avresti tutto il seme all’interno, senza che prenda luce o aria e sarebbe un bel vantaggio”.

Fecondazione ai tempi di Facebook, uomini fanno sesso per donare il seme

Photo Credits Facebook