Facebook, accetta l’amicizia di una sexy ragazza e viene ricattato con un video fake hard

Una sexy ragazza invia una richiesta di amicizia su Facebook ad un ragazzo e dopo aver chattato un po’, la seducente bionda lo ricatta con un video porno fake. 

Facebook, accetta l’amicizia di una sexy ragazza e viene ricattato con un video fake hard

Nel mare magnum internettiano è possibile scontrarsi con falsi profili social di donne seducenti che sono pronte a tendere una trappola, per ricattare la vittima che accetta le loro richieste. Luca Bonora è stato l’ultima vittima di questi account fake e ha raccontato la sua storia sul Corriere della Sera. Sui social Luca ha dei profili semiprofessionali con cui intrattiene contatti con appassionati di giochi da tavole e di ruoli. Ad abbordare Bonora su Facebook è stata R. A., una ragazza bionda e avvenente. Come ha riferito Luca: “Il primo errore. Mi chiede l’amicizia una ragazza. Bionda, molto carina, nome platealmente finto, con cui non ho nessun amico in comune”, ha poi spiegato che di solito rifiuta o ignora chi non conosce, ma questa volta ha accettato. Ad un cero punto, come ha raccontato Luca, la ragazza ha iniziato a scrivergli in chat e ha tentato di sedurlo domandandogli: “Ti piacciono le donne calde? Vuoi vedermi nuda?” e lui ha replicato: “Come se fosse antani”. Questo scambio di battute sono state definite da Bonora “Surreale”.

R. non demorde e continua il suo approccio con una videochiamata, che Luca accetta e lo cataloga come “Secondo errore”. Durante la chiamata la ragazza si mostra in intimo e ha chiesto al ragazzo di spogliarsi nudo e dopo circa due minuti ha chiuso all’improvviso la comunicazione. Ma il motivo che fa definire alla vittima il secondo errore ben più grave del primo è questo: “Dopo 15 minuti, arriva il conto del ristorante” così definisce la vendetta di R. che consiste nell’invio di alcuni fermi immagine della videochiamata in cui compare ben visibile e riconoscibile il volto di Luca, con un dettaglio che è stato aggiunto: “Dal bordo dell’inquadratura sbuca inequivocabilmente un pene in erezione”, poi ha aggiunto: “Ha caricato il video su Youtube e lo ha intitolato col mio nome e cognome, come il profilo Facebook. E inizia a linkarlo sui miei post di Facebook pubblici”.

Luca a quel punto decide di bloccare la bionda sexy, ma come ha spiegato ormai era inutile, la ragazza aveva avuto accesso a tutti i suoi dati sul social e lo contatta nuovamente ma questa volta per ricattarlo: “Possiamo chiuderla in modo amichevole, senza conseguenze spiacevoli: basta che mi dai 1500 euro, e non ti rovinerò la reputazione”. L’unico modo per bloccare questa situazione, senza cedere al ricatto è stato segnalare a Facebook il profilo falso, che dopo 24h per rimuovere l’utente, e Youtube invece ha rimosso il video immediatamente. La morale della favola, la dice direttamente Luca ricordando a tutti: “Non accettate mai l’amicizia di estranee dall’aspetto palesemente sexy e altrettanto palesemente falso. La nonna ce lo diceva spesso, da bambini: niente caramelle dagli sconosciuti. Teniamolo a mente, sempre”.

Facebook, accetta l'amicizia di una sexy ragazza e viene ricattato con un video fake hard

Photo Credits Facebook