"
Esclusiva VelvetPrimo piano

Profezia shock di Papa Wojtyla: “Presto l’Europa sarà invasa”

Nuove inquietanti rivelazioni sono state diffuse solo ora da un esponente dell’Opus Dei: il Monsignor Longhi ha diffuso alcune profezie shock che sarebbero state pronunciate dal Santo Padre Wojtyla. Il pericolo è imminente e la Chiesa cattolica deve correre ai ripari al più presto.

Una nuova inquietante profezia è stata diffusa negli ultimissimi giorni da un sacerdote esponente dell‘Opus Dei: il Monsignor Mauro Longhi ha svelato alcune confidenze ricevute da Giovanni Paolo II, il pontefine scomparso nel 2005, riguardanti una preoccupante previsione del futuro della Chiesa cattolica. Il prelato, nel periodo in cui era ancora uno studente, ha accompagnato Papa Wojtyla durante le sue escursioni in montagna ed è proprio li che sarebbe venuto a conoscenza di queste sorprendenti premonizioni.

Il Pontefice, ricordato come un mistico e un uomo capace di parlare avere delle vere e proprie visioni, avrebbe rivelato: “Ricordalo a coloro che tu incontrerai nella Chiesa del terzo millennio. Vedo la Chiesa afflitta da una piaga mortale. Più profonda, più dolorosa rispetto a quelle di questo millennio. Si chiama islamismo. Invaderanno l’Europa. [….] Voi, Chiesa del terzo millennio, dovrete contenere l’invasione. Ma non con le armi, le armi non basteranno, con la vostra fede vissuta con integrità”. Un’inquietante previsione che però non va riconosciuta come un invito alla guerra: Papa Giovanni Paolo II si è sempre mostrato molto propenso al dialogo tra le due religioni, invitanto non alle armi ma alla preghiera.

Questa sua profezia sarebbe stata pronunciata nel lontano 1992 e non sarebbe stata l’unica: Longhi ha raccontato anche di essere venuto a conoscenza di un’altra sconvolgente predizione. “La guerra non sarà tra religioni, ma sarà tra atei e credenti, tra chi è senza Dio e i credenti”, aveva affermato Wojtyla. Il Santo Padre ha previsto l’arrivo di una guerra, stavolta combattuta con le armi: parole piene di preoccupazione vista la situazione odierda nel Mondo, e ancora più sorprendenti se pensiamo che sono state pronunciate circa 25 anni fa.

Photo Credits Facebook

 

Back to top button
Privacy