Patriarca di Mosca: “La fine del mondo è più vicina di quanto si pensi”

Nessuna catastrofe o imminente invasione aliena: la fine del mondo è vicina e i diretti responsabili sarebbero gli uomini con le loro azioni. Ecco la sconvolgente teoria sull’apocalisse diffusa dal patriarca di Mosca Kirill.

Patriarca di Mosca: “La fine del mondo è più vicina di quanto si pensi”

Il mondo del web ci fornisce una nuova teoria sulla fine del mondo al giorno: c’è chi parla di catastrofi naturali imminenti, chi di asteroidi che entreranno in collisione con il pianeta Terra, chi cita gli alieni e perfino chi dichiara di aver compiuto un viaggio nel tempo e di aver visto l’apocalisse. Tra tutte queste strane teorie ce n’è una che si sta diffondendo rapidamente e verrebbe da una fonte autorevole quale Kirill, il capo della Chiesa ortodossa russa.

Secondo il patriarca: “Tutte quelle persone che amano la Patria dovrebbero stare insieme, perché stiamo entrando in un periodo critico dello sviluppo della civiltà umana…”. Kirill ha spiegato che la causa della fine del mondo è da ricercare nelle azioni degli uomini, unici responsabili di questo disastro in arrivo. “Oggi, il peccato non è solo ovvio. Sebbene nel corso della storia, le persone hanno cercato di nascondere il peccato personale, interpersonale. Oggi il peccato è dimostrato nel modo più attraente”, continua il patriarca.

La fine del mondo è quindi molto più vicina di quanto si pensi e, secondo Kirill, sarebbe cosi prossima da essere visibile anche a occhio nudo. I media russi riportando le parole del capo della Chiesa ortodossa sottolineano che l’uomo è l’unico responsabile e che se non ci sarà un percorso di redenzione volto ad eliminare il peccato dalla vita di tutti noi, allora il destino è già scritto.

Photo Credits Facebook