"
Primo pianoShowbiz

Boom di droghe del sesso: l’allarme lanciato nella giornata mondiale contro l’Aids

Nella giornata mondiale della lotta all’aids viene lanciato un preoccupante allarme sulla diffusione di alcune droghe sintetiche che permetterebbero di prolungare la durata dei rapporti sessuali: un giovane su tre confessa di averle provate e i dati crescono sempre di più.

Il 1 dicembre è la giornata mondiale della lotta all’aids: la medicina sta facendo passi da giganti e permette alle persone affette dal virus di allungare significatamente la durata della vita e di condurre un’esistenza quasi del tutto normale. Nonostante i progressi nel campo medico c’è un preoccupante allarme lanciato proprio in questa giornata che comprometterrebbe tutti i passi avanti svolti fino ad ora.

Si sta diffondendo sempre più una nuova droga sintetica che provocherebbe un notevole aumento dei casi di contagio del virus: si tratta di Chemsex, tradotto appunto sesso chimico, ed è un miscuglio di sostanze che posso essere acquistate tranquillamente online e poi assemblate seguendo le istruzioni. Questa pasticca creata artigianalmente permette a chi la assume di prolungare il rapporto sessuale fino a 72 ore, abbassando i normali freni inibitori e incrementando l’eccitazione.

Almeno un giovane su tre ammette di aver consumato questo nuovo tipo di droga sintetica e i dati in aumento preoccupano gli esperti: se la medicina ha permesso a chi ha già contratto il virus di proteggersi evitando nuovi contagi, chi è sotto l’effetto di Chem Sex non pensa alle conseguenze, avendo più di un rapporto promiscuo senza preservativo. I dati registrati negli ultimi anni puntano l’attenzione sui giovanissimi, spesso anche al di sotto della maggiore età, che vengono soccorsi dopo aver manifestato i primi sintomi dell’aids: un fenomeno di larga diffusione che si sta cercando di arginare. Purtroppo però le sostanze vendute online possono essere mischiate ai comuni farmaci trovati in casa e questo rende le cose molto più complicate.

Photo Credits Facebook

Back to top button
Privacy