La fine del mondo ha una nuova data: ecco quando si verificherà l’apocalisse

Una nuova profezia si sta facendo largo sul web e sembrerebbe provenire proprio dalle sacre scritture. La data della fine del mondo diffusa in precedenza era errata: l’apocalisse è dietro l’angolo e per sapere quando si verificherà basta interpretare i versi della Bibbia.

La fine del mondo ha una nuova data: ecco quando si verificherà l’apocalisse

La fine del mondo sta arrivando e bisogna correre ai ripari al più presto: è quanto sta cercando di far credere a tutti il complottista Rodrigue interpretando i versi della Bibbia. Secondo quanto si apprende dal teorico, la data diffusa in precedenza da David Maede, che faceva accadere la fine del mondo nel 2017, era sbagliata in quanto i versi delle Sacre Scritture erano stati interpretati in maniera sbagliata.

Rodrigue, in particolare, si concentra su alcuni versi tratti dall‘Apocalisse di Giovanni (13:5-8) che recitano: “Le fu data una bocca che proferiva cose grandi e bestemmie. Le fu dato il potere di operare per 42 mesi. Essa aperse la sua bocca per bestemmiare contro Dio”. In queste parole prese sotto esame si sta parlando di Satana, il cui numero identificativo è 666. Secondo il complottista se si incrociano i numeri dei versetti con quelli di Satana e dei 42 mesi di cui si parla nel libro di Giovanni, si riesce a risalire alla data precisa dell’Apocalisse.

Dal calcolo Rodrigue è risalito al 24 giugno 2018, la data nella quale, secondo il teorico, si verificherà la fine dei mondo cosi come lo conosciamo. Sarà vero oppure anche questa profezia shock si rivelerà vana come tutte le altre? Per il momento il nuovo anno è appena iniziato ma, secondo questa premonizione, ha già il destino stabilito. Non resta che attendere il mese di giugno per vedere se Rodrigue, a differenza del suo predecessore, ha fatto bene i calcoli o meno.

Photo Credits Facebook