"
Primo pianoShowbiz

Il video suicidio che ha indignato il mondo della Rete

Un video che ha destato scandalo sul web e che ha fatto esplodere la rabbia degli utenti. Un filmato horror che riprendeva il corpo senza vita di un giovane giapponese che si era suicidato, poco prima, nella foresta di Aokigahara, ai piedi del Monte Fuji.

A caricare il video macabro è stato il ventitreenne youtuber americano Logan Paul, il giorno di Capodanno. Le immagine horror sono state visualizzate da 6 milioni di utenti e in particolare dai giovani follower dell’attore e blogger, per ben 32 ore fino a quando il video non è stato rimosso dal web. Logan insieme ad altri due amici avevano deciso di scalare il Monte Fuji e di riprendere il tutto per poi pubblicarlo sul canale Youtube del blogger; mentre attraversavano la foresta, conosciuta dai giapponesi come la “foresta dei suicidi“, perché dal 2003 al 2012 è stato scelto come luogo per porre fine alla propria vita da ben 105 persone, hanno trovato il corpo appeso suicida di un giapponese. I tre ragazzi hanno deciso di riprendere il cadavere e di lasciarsi andare a battute di poco gusto e irrispettose, invece di contattare le autorità locali, per poi pubblicarlo sulla nota piattaforme video.

Dopo la pubblicazione, il filmato macabro e lo stesso youtuber sono finiti al centro di una bufera, con gli utenti inferociti hanno commentato le immagini con sdegno e attaccando ferocemente il ventitreenne americano. Non solo i follower, ma anche personaggi famosi hanno deciso di esprimere il proprio disgusto, come Aaron Paul, attore di Breaking Bad, che su Twitter ha scritto: “Tu mi disgusti! Io non posso credere che uno come te abbia tanti ragazzi che ti seguono su YouTube. È triste. Il suicidio non è una barzelletta. Spero che tu possa bruciare all’Inferno“.

La star americana si è scusato su Twitter, dopo due giorni dalla pubblicazione del video horror, twittando: “Dove inizio, comincio così, mi dispiace per l’incidente“, ma non è bastato a placare gli animi infuocati di rabbia degli utenti del web; a quel punto, Logan ha deciso di postare delle nuove scuse, dove si mostra più pentito: “Non ho postato questo video per avere maggior successo e più followers. Credevo di aver fatto una cosa positiva, invece ho causato un monsone di negatività contro la mia persona. Non era questa la mia intenzione. Con il mio video, volevo creare una campagna di opinione contro i suicidi e sulla prevenzione dei dei suicidi“.

LEGGI ANCHE: IL DOTTOR MORTE HA CREATO SARCO, LA PRIMA MACCHINA DEL SUICIDIO

Photo Credits Facebook
Back to top button
Privacy