"
Primo pianoShowbiz

Saldi da capogiro, a Napoli il caso diventa virale [VIDEO]

Il 28 dicembre 2017 la signora Rosanna comprò a Napoli, nel negozio Silvian Heach, un vestito da indossare al matrimonio di una coppia di amici. Il vestito, nonostante fosse firmato, durante la cerimonia scolorì, macchiando anche altri capi. Quello che ne seguì fu sorprendente.

A Napoli, precisamente il 28 dicembre 2017, la signora Rosanna si recò nel negozio Silvian Heach per acquistare un vestito del noto brand. La donna indossò il vestito per un matrimonio, nel quale doveva ricoprire il ruolo di damigella d’onore, voleva essere elegante e bellissima, però qualcosa rovinò i suoi piani. Sopra l’abito Rosanna vestì una pelliccetta bianca per coprirsi dal freddo, ma ancor prima di entrare in chiesa il vestito si scucì e addirittura scolorì, macchiando sia le sue gambe che la famosa pelliccetta, costringendo la donna a rimediare con ago e filo e lavare via il nero dalla pelle.

Pochi giorni dopo Rosanna tornò nel negozio, infuriata, si sentiva presa in giro dalla commessa che come unica risposta disse: “Non possiamo cambiare il vestito, chiami chi vuole anche i carabinieri!Noi non possiamo fare nulla”. La donna così scoppiò in una crisi isterica, inveendo addirittura contro la commessa così: “Te scass’ a cap“. Si susseguirono botte e risposte, e ad un certo punto arrivò la sicurezza. La signora si fece prendere da troppa ira e cadde a terra: “Mi girava la testa, ho avuto un mancamento e sono caduta”. Dopo pochi secondi si rialzò in piedi e ricominciò ad inveire contro la commessa e la sicurezza, in quanto, come da lei dichiarato: “Mi sono sentita come se mi avessero buttata nella spazzatura, senza dignità e senza onore“.

La signora Rosanna come rilasciato in una recente intervista che viene riportata da Fanpage.it ha detto: “A me bastava parlare con il direttore e che sostituissero l’abito e mi chiedessero scusa, ma non solo ho fatto una brutta figura al matrimonio, in cui ero la testimone, hanno anche chiamato la vigilanza per farmi cacciare come una ladra. Non sapevo che mi stessero riprendendo e nell‘agitazione mi sono sentita poco bene. Quando ho visto il video non ci ho visto più dalla rabbia, perché lo potevano vedere tutti!“. Oggi Rosanna non conduce più la stessa vita di prima a causa del vestito e del video che è diventato virale, tutto è cambiato, infatti spiega: “Non ce la faccio più, sono diventata uno zimbello e ridono tutti di me. Ancora oggi sono molto scossa e la mia vita è cambiata, infatti, non posso uscire di casa che le persone chiedono un mio autografo o una foto con me. Tutto questo per rivendicare un mio diritto!”.

Photo credits Facebook.

Back to top button
Privacy