Clara Woods, la bambina disabile che si esprime attraverso i suoi dipinti

Clara Woods è una giovane artista disabile di appena 12 anni, che ancora prima di nascere ha avuto un ictus nel grembo materno. La ragazzina non parla, ma ha un modo alternativo per esprimersi, ovvero, il disegno. A Firenze la prima mostra dei sui quadri. 

Clara Woods è una ragazzina di 12 anni, che, quando era ancora nel grembo materno, ha avuto un ictus. Da quel giorno la sua vita è stata una continua lotta, una sfida che ha dovuto affrontare, ma non da sola, infatti è sempre stata supportata ed aiutata moltissimo dai suoi genitori. La mamma, Betina Genovesi, e il padre, Carlo Woods hanno dichiarato: “All’inizio i medici ci dissero che Clara avrebbe vissuto come un vegetale e che non avrebbe potuto camminare, correre, comprendere, avere una vita normale. Ma non è andata così: Clara è sempre stata molto solare e ha affrontato tutto con gioia e forza di volontà. Grande merito è anche di suo padre che ha sempre trasformato in sì i no degli altri, a partire dai medici, trovando soluzioni alternative per permetterle di raggiungere gli stessi obiettivi”.

La grande forza di Clara è proprio la sua energia e il non arrendersi mai, nonostante la vita le abbia messo davanti una sfida davvero ardua. Lei si esprime a modo suo, attraverso una via molto originale e tramite la quale comunica al mondo le sue emozioni: il disegno. Proprio grazie a ciò, il 21 febbraio 2018, all’interno della caffetteria Tuttobene, a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze, ha esposto le sue prime 15 opere in acrilico, su legno e tela, un’esplosione di colori, un grande talento che sostituisce la parola, che purtroppo le manca. Clara dipinge paesaggi astratti, gatti e ritratti e si ispira allo stile di Jean Michael Basquiat e Frida Kahlo.

Purtroppo la ragazzina non è in grado di parlare, a causa dell’ictus, e fino a sette mesi nessuno se n’era accorto, solo successivamente, e a seguito di una risonanza magnetica. L’esito dell’esame è stato comunicato alla madre tramite una telefonata in cui, come da lei riportato, le venne detto: “Sua figlia non parlerà, non riuscirà a leggere, non avrà una vita normale, sopravvivrà come un vegetale“. Ovviamente, i genitori erano disperati, non ci sarebbe mai stata un’esistenza felice per la loro bambina, ma ora non è così ed è proprio vero che, a volte, la vita ci sorprende…Clara ha iniziato a parlare attraverso i colori, comprende tre lingue, l’italiano, l’inglese e il portoghese, riesce a farsi capire a modo suo e cosa più importante: è la protagonista indiscussa di Firenze, con le sue 15 opere e tutto il suo coraggio.

Photo credits Instagram.

Comments

comments