Gucci shock: i modelli sfilano in una finta sala operatoria e i malati insorgono

Gucci, noto brand di alta moda, decide di far sfilare i modelli in una finta sala operatoria durante la Fashion Week di Milano: il web insorge e i malati protestano per questa scelta sconvolgente.

La Fashion Week di Milano è ufficialmente iniziata solo da due giorni ma ha già colpito nel segno: per il momento a sfilare sono state solo le collezioni di Gucci, Alberta Ferretti e Moschino ma una tra queste ha già sconvolto il web e non solo. Si tratta di Gucci: il noto brand entrato nell’immaginario collettivo ormai da quasi un secolo, ha voluto strabiliare con una sfilata decisamente diversa dal solito.

I modelli hanno camminato su pavimento di linoleum celeste accanto a lettini coperti da un telo verde e luci da operazione chirurgica: una vera e propria sala operatoria creata ad hoc per l’occasione che di sicuro ha colpito il pubblico. Insieme alle nuove collezioni, i modelli hanno portato in passerella una testa decapitata dove era stata riprodotta una loro versione in miniatura.

L’effetto horror ha sconvolto tutti quanti ma la finta sala operatoria ha avuto un seguito ancora più grande: i pazienti realmente malati si sono risentiti di questa location scelta per la sfilata e sono insorti contro il noto brand d’alta moda. Gucci da parte sua ha spiegato come la scelta della sala operatoria sia maturata dal pensiero di “raccontare che noi stessi siamo i dottor Frankestein delle nostre vite”. Sebbene ci fosse una spiegazione dietro la macabra scelta, il risultato è stato comunque una sfilata piena di imbarazzo e disagio che per nulla è stata apprezzata da chi frequenta questo luogo per ben altri motivi. Se poi l’obiettivo era di colpire il pubblico, allora si può dire che Gucci ha davvero fatto centro.

Photo Credits Facebook

LEGGI ANCHE: MILANO FASHION WEEK 2018 DIARY, LE SFILATE DI GUCCI, ALBERTA FERRETTI E MOSCHINO

Comments

comments