"
Esclusiva VelvetPrimo piano

Chef Matteo Torretta: “Il mio ristorante? Che soddisfazione vederlo sempre pieno!” [ESCLUSIVA]

Velvet Mag ha intervistato in esclusiva Matteo Torretta, l’executive chef del ristorante Asola, Cucina Sartoriale nel cuore di Milano: dalla sua passione per la cucina alle partecipazioni televisive, ecco che cosa ci ha raccontato.

Com’è nata la sua passione per la cucina?
La mia passione per la cucina è nata in un modo del tutto naturale. Sono originario di Rho, un comune che si trova nella periferia di Milano. Non avevo una grande passione nè la voglia di studiare molto e la scuola alberghiera mi sembrava quella più alla mia portata. Sono cresciuto in una famiglia per metà pugliese e da piccolo vedevo mia nonna che era sempre con le mani in pasta e da lì mi sono appassionato alla cucina.

Nel corso della sua carriera ha avuto la possibilità di lavorare con molti chef professionisti: che cosa le hanno lasciato queste esperienze?
Non ho un ricordo bello o brutto per ognuno di loro: tutti quanti hanno contribuito alla mia crescita personale lasciandomi qualcosa. Non c’è una persona in particolare: tutti loro sono stati grandi maestri capaci di trasmettermi qualcosa.

Lei è executive chef di Asola, Cucina Sartoriale, un ristorante che si trova nel centro di Milano: una grande soddisfazione che porta con se anche una grande responsabilità.
Quando ho preso Asola avevo 33 anni: è una struttura in centro a Milano. E’ una grande soddisfazione e la più grande vittoria è che abbiamo sempre molti clienti e di questi tempi è una delle cose più importanti.

Nel 2016 ha partecipato a Top Chef, il programma televisivo dove i cuochi professionisti si sfidano a colpi di creazioni culinarie: che esperienza è stata?
Top Chef è un ottimo ricordo e un’ottima esperienza. Lo rifarei subito perchè è stata un’esperienza molto divertente anche se davvero faticosa.

In futuro le piacerebbe approdare in televisione con un suo programma di cucina oppure vuole continuare a dedicarsi alla sua passione tra i fornelli?
Top Chef è stato un inizio e mi ha permesso di fare anche altre cose in televisione come lavorare in Rai. Al momento sto già registrando un altro programma e la tv la reputo fondamentale ai giorni nostri. Non dimentichiamoci mai che chi fa lo chef come me fa un altro lavoro e quindi c’è prima di tutto il ristorante e la cucina, però la televisione è un mezzo utilissimo e un veicolo di informazione incredibile.

Photo Credits Facebook

 

Back to top button
Privacy