8 marzo: i regali perfetti per la Festa della Donna e le frasi da usare

La Festa della Donna è arrivata e come ogni anno la domanda che ci si pone è: “Cosa regalare insieme alle mimose?”. Infatti il simbolo per eccellenza dell’8 marzo è la mimosa, fiore che rappresenta questa importante giornata. 

Furono Rita Montagnana, moglie di Palmiro Togliatti, e Teresa Mattei a decidere che il simbolo della donna in questa giornata fosse proprio la mimosa nel 1946. Le due donne in una lunga riunione decisero di adottare la mimosa come fiore simbolo da regalare nella giornata dell’8 marzo, anche se inizialmente il fiore scelto era stato la violetta. Ma per una serie di motivazioni, quali la difficoltà nel trovare la violetta e soprattutto il costo elevato di questo fiore, deciso successivamente di optare per la mimosa. Teresa Mattei raccontò che la mimosa era il fiore che i partigiani erano soliti regalare alle staffette, ossia le donne che durante la guerra portavano notizie ai partigiani.

La mimosa è un fiore delicato, grazioso ma anche molto particolare visto che è l’unico che fiorisce a marzo ed è estremamente economico. Inoltre una caratteristica della mimosa è la sua resistenza: cresce e ricresce anno dopo anno nonostante sia molto fragile, anche su terreni particolarmente ostili. Come se non bastasse la mimosa, secondo gli Indiani d’America, simboleggia proprio la forza e la femminilità. Insomma, un fiore così, semplice, ma in realtà molto coraggioso e resistente è perfetto per rappresentare il gentil sesso. Che siano mamme, nonne, mogli, figlie, sorelle o fidanzate, quel che conta è onorare la donna in questo giorno scegliendo, oltre che i fiori, anche frasi e parole giuste per auguri speciali. Da inviare via whatsapp o oppure da riferire a voce, guardandola negli occhi. Ecco alcune delle citazioni da poter usare:
“Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce” (Oriana Fallaci)
“Le donne sono fatte per essere amate, non per essere comprese” (Oscar Wilde)
“L’intuizione di una donna è molto più vicina alla verità della certezza di un uomo” (Rudyard Kipling)
“Certo che Dio ha creato l’uomo prima della donna. Si fa sempre una bozza prima del capolavoro finale” (anonimo)
“Non si nasce donna, si diventa” (Simone de Beauvoir)
“Non serve un fiore per onorare la donna, ma piccoli gesti d’amore e quotidiano rispetto” (anonimo)
“La forza delle donne deriva dal fatto che la psicologia non riesce a spiegarle. Gli uomini possono essere analizzati, le donne semplicemente adorate” (Oscar Wilde)

Ma oltre alla mimosa cos’altro si può regalare in questa giornata dedicata alle donne? Senza dubbio si può optare per un capo d’abbigliamento come un maglioncino, magari con colori pastello che proietta la donna verso la primavera, oppure la scelta potrebbe ricadere su una splendida pochette, adatta a molte occasioni e sempre utile tra gli accessori da regalare a una signora. Ma nel caso in cui non si volesse azzardare con una scelta inerente agli outfit, si potrebbe scegliere di acquistare un paio di orecchini che rappresentano la femminilità, o delle scarpe: queste ultime non sono mai troppe nel guardaroba di una donna. Se la persona a cui è rivolto il regalo sta vivendo un periodo particolarmente stressante, potreste scegliere anche un soggiorno in una Spa, così da farle godere del meritato relax. Rossetti, trucchi, foulard o anche solo un bel libro che possa accompagnarla nei momenti vuoti delle sue giornate. Insomma qualsiasi regalo purché sia fatto pensando alla personalità di chi lo riceve. E senza dimenticare un bigliettino con una dolce frase per far sentire la donna importante, tutti i giorni, non solo l’8 marzo. E come disse Henri-Fredédéric Amiel filosofo, poeta e critico letterario svizzero: “La donna vuole essere amata senza perché. Non perché è bella o buona o ben educata o graziosa o spiritosa, ma perché è. Ogni analisi le sembra una diminuzione, una soggezione della propria personalità”.

photo credits: Facebook

Comments

comments