L’ultima teoria sulla fine del mondo: ecco l’eredità di Stephen Hawking

Nonostante la sua recente scomparsa, Stephen Hawking ha lasciato una grande eredità ai posteri: ecco l’incredibile ultima teoria sulla fine del mondo.

Lo scorso 14 marzo il mondo della scienza ha detto addio ad uno dei più grandi esperti nell’ultimo secolo: Stephen Hawking si è arreso all’età di 76 anni alla malattia degenerativa che da tempo lo affliggeva. Il suo genio assoluto ha permesso di compiere notevoli passi avanti nel mondo della scienza e quest’ultima teoria che non è stata ancora pubblicata è solo l’ultima dimostrazione del suo talento e delle sue innovative scoperte.

Esiste uno studio di Hawking ancora inedito dove l’astrofisico spiega attraverso l’aiuto di alcune formule matematiche la teoria del multi-universo (quindi la possibilità concreta per l’uomo di scoprire altri universi abitati) e un’inedita teoria sulla fine del mondo. Leggendo le supposizioni che si trovano in “A Smooth Exit from Eternal Inflation”, l’intero universo umano si estinguerà nel momento in cui le stelle avranno esaurito la loro energia: esiste però una possibilità per l’uomo di sopravvivere, sfruttando la serie di formule matematiche per raggiungere gli altri universi.

La teoria del multi-universo si basa sulla convinzione che non ci sarebbe stato un solo Big Ben ma più di uno e queste esplosioni una di seguito all’altra avrebbero generato una serie di mondi paralleli, ognuno dei quali potrebbe essere abitato. Gli esperti sono ancora al lavoro per provare che le teorie di Stephen Hawking abbiano un reale fondamento ma di sicuro sono l’ennesima testimonianza del suo genio assoluto. Se il mondo sta finendo e quindi l’apocalisse è sempre più vicina, almeno Stephen Hawking ha fornito alla specie umana una possibilità concreta per la sopravvivenza.

Photo Credits Facebook

Comments

comments