Paura per Rihanna: uno stalker entra in casa della cantante ed ecco cosa succede

Un ragazzo di 26 anni si è introdotto nella casa della pop star ed è rimasto lì dentro per 12 ore. E’ stato arrestato dopo essere stato scoperto dalla manager di Rihanna, che non era in casa. Si tratta dell’ennesimo caso di stalking nei confronti dell’artista.

Ancora un caso di stalking nei confronti di Rihanna. Un ragazzo di 26 anni, di nome Eduardo Leon, lo scorso 9 maggio 2018 è riuscito ad entrare nell’abitazione della cantante ed è rimasto dentro per 12 ore. La cantante per fortuna non era in casa e ha scoprire il giovane è stata la manager di Rihanna, che ha immediatamente chiamato la polizia. Il ragazzo è stato arrestato e oggi 15 maggio sono state formalizzate contro di lui le accuse di furto, furto con scasso di primo grado e vandalismo, nonché di resistenza a pubblico ufficiale. Leon infatti avrebbe scavalcato la recinzione dell’abitazione per poi distruggere il sistema di sicurezza, per un danno pari a 400 dollari.

Non è stata però la prima volta per questo ragazzo creare problemi a Rihanna: tra il 4 e il 10 maggio infatti avrebbe seguito e molestato continuamente la cantante e “avanzato una minaccia credibile con l’intento di mettere all’artista una ragionevole paura per la sua sicurezza”, questo è quanto riportato sul verbale della polizia. Leon rischia ora una condanna pari a sei anni di carcere da scontare in una prigione di stato.

Questo è solo l’ultimo di una lunga serie di casi di effrazione nei confronti delle abitazioni di personaggi dello spettacolo, sui quali ha indagato la polizia. Nel 2017, centinaia di migliaia di dollari in gioielli e denaro sono stati rubati dalle case della cantante Mariah Carey, del comico David Spade, dell’attrice Hilary Duf. L’anno seguente più di 2 milioni di dollari in gioielli sono stati sottratti alla cantante Alanis Morissette. Tra i bersagli anche alcune stelle dello sport, tra cui il giocatore dei Dodgers Yasiel Puig e l’ex Lakers Nick Young.

Photo credits Facebook

Comments

comments