“2000s: The Exhibition”, l’ultima mostra di Markus Kinklo a Los Angels

Da domani 15 giugno si terrà a Los Angeles l’ultima mostra del fotografo Markus Kinklo. Uno dei più grandi fotografi degli ultimi anni che nel corso della sua carriera ha immortalato personaggi del calibro di David Bowie, Jennifer Lopez e Naomi Campbell.

Si terrà da domani 15 giugno, alla Mouche Gallery di Los Angeles, la mostra denominata 2000s: The Exhibition, l’ultima per il celebre fotografo Markus Kinklo. Questi è stato uno dei fotografi di moda e celebrità più in voga durante i primi anni 2000, come intuibile anche dal titolo della mostra, e ha fotografato nel corso della sua carriera le più importanti stelle del panorama mondiale: David Bowie, Naomi Campbell, Lady Gaga, Britney Spears e Jennifer Lopez sono solo alcune delle grandi celebrità che hanno posato davanti la macchina fotografica di Kinklo. Uno dei suoi scatti più recenti e famosi è quello di Beyoncé sulla rivista Dangerously In Love, la quale ha indosso soltanto un jeans e un top fatto di brillantini.

Kinklo nacque in Svizzera nel 1961 da un figlio di suonatore di corno francese in un’orchestre sinfonica, e prima di intraprendere la carriera di fotografo è stato un famoso suonatore di arpa, che lo ha portato nel corso degli anni ’80 a girare il mondo e ad esibirsi in sale da concerto, diventando il primo arpista con un importante contratto discografico. Dovette abbandonare la carriera da arpista a causa di un infortunio al pollice destro, e così iniziò a fare il fotografo. Venne notato da Isabella Row grazie a degli scatti su una rivista di moda underground e questa lo ingaggiò per un servizio fotografico per il The Sunday Times di Londra. David Bowie, invece, gli chiese di scattare una foto per la copertina dell’album Heathen.

L’estetica delle sue foto è molto riconoscibile e rimanda agli anni d’oro delle riviste di moda, dei budget elevatissimi e delle dive che si facevano immortalare  in quanto tali. Quella fotografia ricca di oggetti che hanno caratterizzato un’epoca, come le spalline sottili, le visiere colorate, le minigonne e i gioielli pesanti, tutti presenti nelle sue immagini. Kinklo passò alla fotografia digitale nel 2005, dopo tantissimi anni di fedeltà alla pellicola e soprattutto ha sempre preferito gli scatti in studio all’ambientazione esterna. Da domani si potrà godere dei suoi ultimi capolavori.

David Bowie

Beyoncé

Comments

comments