"
Primo pianoShowbiz

Sylvester Stallone shock, l’attore è indagato per molestie sessuali

Dopo il caso Weinstein e le accuse mosse nei confronti di Morgan Freeman, stavolta tocca a Sylvester Stallone finire sotto i riflettori per delle presunte molestie sessuali. A muovere l’accusa è stata una donna che ha dichiarato di essere stata aggredita da Stallone durante gli anni ’90.

Una donna ha denunciato il celebre attore Sylvester Stallone per una presunta aggressione avvenuta negli anni ’90. Dopo il produttore Harvey Weinstein, Morgan Freeman e tanti altri, anche l’attore che ha interpretato Rambo e Rocky finisce nell’occhio del ciclone delle molestie sessuali. La donna ha esposto denuncia lo scorso novembre 2017 e sul caso sta indagando l’ufficio del procuratore distrettuale di Los Angeles e il portavoce della procura distrettuale Greg Risling afferma: “Oggi è stato presentato un fascicolo dal dipartimento di polizia di Santa Monica che riguarda Sylvester Stallone e se ne sta occupando la nostra task force per i crimini sessuali“.

Stallone, dal canto suo, ha negato tutto e il suo legale, Martin Singer, ha dichiarato ai media che il suo cliente contesta categoricamente l’accusa e che secondo l’attore la donna avrebbe mosso questa denuncia al fine di ottenere visibilità sui media. Per questo motivo Stallone avrebbe a sua volta l’intenzione di presentare una denuncia per falsa dichiarazione alla polizia, anche se lo stesso Singer ha ammesso che tra l’attore e la vittima c’era stata una relazione qualche anno prima, nel 1987, durante alcune riprese in Israele.

Non sarebbe comunque la prima volta che Sylvester Stallone viene accusato di molestie sessuali. Qualche anno fa il Daily Mail ottene un rapporto dalla polizia di Las Vegas secondo il quale un’altra donna avrebbe denunciato l’attore per alcuni abusi subiti quando lei era appena sedicenne, alla fine degli anni ’80. Secondo la ragazza Stallone le avrebbe proposto una rapporto con lui e la sua guardia del corpo in un hotel di Sin City, oltre a minacciarla nel caso in cui lei avesse spifferato il tutto, essendo i due sposati. La donna decise quindi di non andare avanti con le accuse.

Back to top button
Privacy