Tragedia a Roma, il giovane chef Alessandro Narducci è morto in un incidente

Alessandro Narducci, chef 29enne del ristorante Acquolina di Roma, ha perso la vita in un tragico incidente stradale avvenuto nella Capitale nella notte tra giovedì 21 e venerdì 22 giugno. Il giovane cuoco era appena uscito dalla manifestazione Vinòforum, della quale era uno dei protagonisti. Niente da fare anche per la ragazza che viaggiava con lui, di 25 anni, con cui tornava dalla manifestazione gastronomica. Ecco la prima ricostruzione dei fatti…

In un tragico incidente stradale avvenuto nella notte tra giovedì 21 e venerdì 22 giugno in zona Prati a Roma ha perso la vita Alessandro Narducci, chef 29enne del ristorante Acquolina. Secondo la prima ricostruzione dei fatti riportata da ‘La Repubblica’, il giovane cuoco era appena uscito dalla manifestazione Vinòforum, della quale era uno dei protagonisti. Viaggiava su uno scooter SH quando il motorino si è scontrato violentemente con una Mercedes Classe A. Niente da fare anche per la ragazza di 25 anni che viaggiava con Alessandro Narducci sullo scooter. Il conducente dell’automobile, un ragazzo romano di 30 anni, è rimasto ferito. È stato trasportato dall’ambulanza del 118 al Policlinico Universitario Agostino Gemelli in codice rosso.

Alessandro Narducci aveva mosso i primi passi nella grande ristorazione al Convivio di Angelo Troiani, per poi proseguire la sua gavetta nella brigata capitanata da Heinz Beck nel ristorante Social degli Emirati Arabi. Poi, il ritorno a Roma, dove aveva ristabilito i rapporti con Angelo Troiani, approdando da Acquolina.

Sulla pagina Facebook del ristorante Acquolina, si legge: “Oggi, venerdì 22 giugno 2018, siamo racchiusi nel dolore per la scomparsa del nostro Chef Alessandro Narducci e di Giulia Puleio. Il nostro sostegno va alle famiglie, alla fidanzata Deborah, agli amici e a tutto lo staff. Il ristorante Acquolina e la terrazza Acquaroof saranno momentaneamente chiusi per lutto fino a nuova comunicazione. Vi ringraziamo per la vicinanza e l’affetto che state dimostrando in questo momento difficile. Grazie”.

Photo credits: Twitter

 

Comments

comments