Festa dei nonni: perché si festeggia il 2 ottobre?

Oggi, martedì 2 ottobre 2018, è la Festa dei Nonni. La ricorrenza speciale, in Italia, è stata introdotta nel 2005 con la legge n. 159 del 31 luglio, intitolata Istituzione della Festa nazionale dei nonni e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 187 del 12 agosto 2005. All’articolo 1 recita: “È istituita la ‘Festa nazionale dei nonni’ quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale”. Poi, nei punti successivi: “2. Regioni, province e comuni in occasione della festa di cui al comma 1 possono promuovere, nell’ambito della loro autonomia e delle rispettive competenze, iniziative di valorizzazione del ruolo dei nonni. 3. La festa di cui al comma 1 ricorre il giorno 2 del mese di ottobre di ogni anno e non determina gli effetti civili di cui alla legge 27 maggio 1949, n. 260. 4. Il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca impartisce le opportune direttive affinché, in occasione della festa di cui al comma 1, le scuole pubbliche e private, nell’ambito della loro autonomia, possano promuovere iniziative volte a discutere ed approfondire le tematiche relative alle crescenti funzioni assunte dai nonni nella famiglia e nella società”. La festa nazionale, che celebra sia i nonni materni che paterni, non prevede la chiusura delle scuole. Se in Italia, dal 2005, la Festa dei Nonni si celebra quindi ogni 2 ottobre dell’anno, negli Stati Uniti d’America la ricorrenza esiste fin dal 1978, ma si celebra nel mese di settembre.

In occasione della Festa dei Nonni, Senior Italia FederAnziani, assieme alla Società scientifica degli oncologi italiani Aiom e alla Fondazione AIOM, ha dato il via al primo progetto nazionale per la prevenzione oncologica negli over 65. L’appuntamento, per circa mille nonni e nipoti, è a Piazza del Popolo, a Roma, per un colorato girotondo alla presenza del testimonial della campagna Lino Banfi. L’attore, in Un medico in famiglia. interpreta il popolare personaggio di Nonno Libero.

Photo credits: Twitter

Comments

comments