Ben Affleck rompe il silenzio: nota ufficiale sulla dipendenza dall’alcool

Ben Affleck ha rotto il silenzio sulla sua dipendenza dall’alcool. L’attore, 46 anni, ha pubblicato sul suo profilo Instagram una nota ufficiale in cui spiega di aver concluso i 40 giorni in rehab e ringrazia chi gli è stato vicino in questo momento per lui complicato. Ecco il testo della nota diffusa via social network da Ben Affleck: “Questa settimana ho completato un periodo di 40 giorni in un centro specializzato nel trattamento della dipendenza dall’alcool e continuo con l’assistenza ambulatoriale. Il supporto che ho ricevuto dalla mia famiglia, dai miei colleghi e dai miei fan significa molto più di quanto possa spiegare. Mi ha dato la forza e la spinta a parlare della mia malattia con le altre persone. Combattere contro qualsiasi dipendenza è una lotta lunga e difficile. Per questo motivo, non si è mai veramente dentro o fuori dalle cure. Curarsi è un impegno a tempo pieno. Sto combattendo per me stesso e la mia famiglia. Così tante persone mi hanno scritto per raccontarmi le loro dipendenze e le loro battaglie. A quelle persone, voglio dire grazie. La vostra forza è stimolante e mi dà supporto in una maniera tale che non credevo possibile. Mi aiuta sapere che non sono solo. Come ho dovuto ricordare a me stesso, se hai un problema, chiedere aiuto è un segno di coraggio, non di debolezza o fallimento. Con consapevolezza e umiltà, continuo ad avvalermi dell’aiuto di così tante persone. Spero che possa essere anch’io un esempio per tutti gli altri che stanno lottando”.

Sul red carpet del Toronto International Film Festival, il fratello minore di Ben Affleck, Casey, aveva dichiarato a proposito della riabilitazione del fratello: “Sta recuperando alla grande. È ancora in rehab e si sta riprendendo. Pare che tutto stia andando per il verso giusto”.

BEN AFFLECK: LA CARRIERA DELL’ATTORE

Ben Affleck, all’anagrafe Benjamin Géza Affleck-Boldt, nato a Berkeley il 15 agosto 1972, è un attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico. Il suo primo successo nel mondo del cinema arriva nel 1995 col film Generazione X. Nel 1998 ha vinto un premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale per il film Will Hunting – Genio Ribelle, assieme all’amico Matt Damon. Da lì, si moltiplicano le apparizioni in film di successo, come in Shakespeare in Love (1998), Armageddon – Giudizio finale (1998), Dogma (1999), Bounce (2000), Pearl Harbor (2001), Amore estremo – Tough Love (2002) e Daredevil (2003). Nel 2006 vince la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile alla 63ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia per la sua interpretazione nel film Hollywoodland. Poi, recita ancora in La verità è che non gli piaci abbastanza (2008) e State of Play (2009). Nel 2012 arriva per Ben Affleck il grande successo anche dietro la macchina da presa, con Argo, di cui è sia regista che attore e per il quale vince il Premio Oscar come film nel 2013. Tra i successivi film si ricordano L’amore bugiardo – Gone Girl (2014), Batman v Superman: Dawn of Justice (2016). Nella sua bacheca spiccano, inoltre, anche tre Golden Globe (Migliore sceneggiatura per Will Hunting – Genio ribelle nel 1998 e Miglior film drammatico e Miglior Regista per Argo nel 2013).

Photo credits: Facebook

Comments

comments