I tagli adatti per chi ha pochi capelli

Avete pochi capelli e non sapete come farli sembrare più folti? Non temete, oggi vi proponiamo i tagli che fanno al vostro caso.  Parola di Adir Abergel, l’hairstylist delle star americane. I capelli fini e che tendono a diradarsi, a Hollywood vengono camuffati molto bene. Basta osservare lo styling di attrici come Cameron Diaz, Emma Stone e la modella Karlie Kloss.

I tagli adatti

-Il blunt bob è il taglio consigliato da Jennifer Yepez, hairstylist di Bella Hadid e Emily Rataijkowski, ovvero un caschetto pari davanti e scalato dietro. Si tratta di una microscalatura invisibile che viene fatta nelle ciocche interne. In questo modo si crea la struttura che dà forma e volume a tutta la testa. Per chi ha i capelli fini, Yepez suggerisce di non usare mai il rasoio a meno che i capelli non siano iper lisci.

-Il ciuffo lungo portato di lato. È un modo smart di incorniciare il viso. Dà movimento e toglie l’attenzione dai capelli fini, facendo sembrare la chioma più corposa. Se ci pensate il ciuffo è la prima cosa che si nota guardando una persona.

-Il long bob: ma solo se con le punte girate all’insù che evitano di concentrare tutto il peso dei capelli sulla parte finale.

-Il taglio medio-lungo: la stratificazione del taglio dà volume ed evita che la forza di gravità afflosci ancora di più i pochi capelli che ci sono sulla testa. L’importante è che la scalatura sia bassa e che i capelli non siano anche sfilati. Anche il taglio pari è perfetto, ma la lunghezza non deve superare le spalle.

-Il ciuffo anni ’80. Ovvero una riga laterale molto profonda con ciuffo che gira e fa crescere i capelli in altezza e in volume, regalando un effetto push-up alla testa. Ci potete giocare durante il giorno, girando i capelli di qua e di là.

Ora non vi resta che recarvi dal vostro parrucchiere di fiducia e richiedere il taglio che più vi piace.

Comments

comments