Federica Tosi, un tuffo negli anni ‘80 con tanta pelle e seta per la sua prima sfilata romana

Un tuffo negli anni ‘80, sinonimo di femminilità, con tanta pelle e seta per la prima sfilata romana di Federica Tosi, che è andata in scena al PratiBus District della capitale. L’ex deposito Atac è stato scelto da AltaRoma come hub creativo e trampolino di lancio per giovani talenti, pur tenendo vivo il legame con il passato e le maison storiche.

La designer romana consolida così nella capitale la sua ascesa anche tra i big. Le gambe sono protagoniste, tra spacchi e minigonne, in questo defilè che è stato un debutto strepitoso di fronte ad un parterre ricco di celebrità arrivate ad applaudire la stilista. Con femminilità e piglio rock contemporaneo la Tosi negli anni ha conquistato il gusto di tante attrici e cantanti note, in primis Laura Pausini ed Emma.

In poco più di due anni si è fatta apprezzare dai buyer di rinomate boutique italiane dove è ormai presente con successo. Il suo pubblico è fatto di teenager e donne in carriera, i suoi look si prestano al giorno e alla sera. Per la prossima collezione F/W 19/20 si guarda agli anni ‘80 con una rivisitazione contemporanea dal gusto metropolitano e dai tagli più moderni, meno eccentrici del passato: si montano le spalline e le gonne sono molto corte. Le linee come nello stile della designer restano pulite, con ampi volumi (come nel suo stile originale) ma la vita è rigorosamente strizzata da cinture per un appeal sofisticato.

Gli outfit giocano sui contrasti dei tessuti, volti ora alle morbidezze della seta e dello chiffon, ora alla matericità della pelle. Nuance accese, come il rosso, il giallo e il petrolio si mescolano a tinte neutre come il nero e il beige. E si fa notare il “total white” nella versione tailleur con giacca doppiopetto o con il cappotto sovrapposto all’abito cortissimo abbinato agli stivali naturalmente bianchi. Il mood è urban chic votato alla vestibilità e alla portabilità” – sottolinea Federica Tosi, donna in carriera, quarantenne emancipata con tre figli più due acquisiti, splendido esempio di una famiglia allargata moderna. “Bisogna vestire in modo armonioso dalla mattina alla sera, con look adatti per il giorno e per la sera, il trucco è cambiare gli accessori o un dettaglio”- consiglia la stilista Federica Tosi con il suo brand rende onore al MADE IN ITALY, con un’attenzione particolare alle esigenze di mercato dove l’artigianalità trova concreta espressione in gioielli ,dall’appeal minimal e sofisticato e capi eclettici, dalla forte connotazione urbana.

Per garantirsi il successo ha puntato sulla professionalità di un’azienda di produzione pugliese la DG Group Srl , non trascurando la ricerca dei materiali: tessuti tecnici, seta e pellami pregiati all’insegna di un’inedita attitudine metropolitana.  In pochi anni il brand si è posizionato nei best shops e departement store più conosciuti come Rinascente Milano e Roma, Bredo Cortina, Penelope Brescia, Gaudenzi Riccione, Gente Roma, ed è presente nelle più importanti piattaforme di vendita online come Farfetch e Luisa Via Roma.

Tra i riconoscimenti, nel 2016, il Lancia Prize Award, in collaborazione con White Milano, poi la partecipazione alla Guangzhou Fashion Week in Cina, dove Federica Tosi ha vinto il premio come miglior brand, il Global Original Design Award. Ha conquistato anche la Russia ed ora finalmente il debutto nella sua amata città la porta a sognare altri orizzonti: Milano, New York o Parigi. La grande ambizione e il gusto versatile le hanno fatto conquistare il successo perché crea una moda a portata di tutte, senza omologarsi agli stereotipi del momento e interpretando una donna di classe e sofisticata. La amano e indossano molte attrici ovviamente presenti per la grande occasione: Claudia Pandolfi, Sarah Felberbaum, Matilde Gioli, Nicoletta Romanoff, Ilaria Spada, Tosca D’Aquino, Fabrizia Sacchi, e tante altre.

Comments

comments