L’Acqua Smeraldina ha vinto: premiata come migliore acqua al mondo

E’ sarda la migliore acqua al mondo: si tratta della “Smeraldina“, incoronata negli Usa proprio pochi giorni fa come migliore acqua in bottiglia nel pianeta.

L’acqua Smeraldina viene prodotta a Tempio Pausania, nell’azienda della famiglia Solinas. Nella città termale di Berkeley Springs, nel West Virginia, si tiene ogni anno il “Berkeley Springs International Water Tasting“: si tratta della più grande degustazione e competizione d’acqua al mondo, che accoglie centinaia di acque provenienti dagli Usa e da tutto il pianeta.

La Smeraldina, ha vinto il ventinovesimo premio proprio quest’anno. Un’eccellenza tutta sarda già inserita nella classifica delle dieci migliori acque minerali del mondo dall’autorevole rivista Gayot. Grande orgoglio e soddisfazione per la famiglia Solinas, ma ecco qual è la sua storia.

La Storia dell’Acqua Smeraldina

Il fondatore

La A.L.B S.p.A e il brand Smeraldina sono stati creati nel 1985, e sono il frutto della lunga esperienza di un imprenditore brillante, Giovanni Maria Solinas. Nato nel 1926, era ancora un ragazzino quando iniziò a vendere con profitto bibite prodotte in casa. E nel 1955, con sua moglie, realizzò e produsse la prima vera bottiglia: la Plubium.

La famiglia Solinas

Esperienza, passione per il lavoro, profondo rispetto per l’acqua preziosa, per i consumatori e i collaboratori sono alcuni dei tanti valori che il fondatore, Giovanni Maria Solinas, ha trasmesso ai suoi cinque figli, Mauro, Riccardo, Marco, Nicola e Antonio. Valori che, insieme a un orientamento manageriale innovativo, rendono oggi la A.L.B S.p.A. un modello di efficienza ed eccellenza.

La sorgente

L’ acqua oligominerale naturale Smeraldina nasce in Sardegna, un’isola nota nel mondo per le sue bellezze naturali, per le sue antiche tradizioni e per l’alto numero di ultracentenari. La sorgente si trova in Gallura, lontano da grandi città, da industrie e altre fonti di inquinamento, dove l’aria è resa tersa e fresca da venti costanti, così forti da piegare le querce e modellare le rocce.

Comments

comments