Moresque, l’alta profumeria Made in Italy che celebra il mondo arabo

Dalla passione per il Medio Oriente e l’artigianalità Made in Italy nasce Moresque, un brand di fragranze di lusso con sede a Milano. Un connubio perfetto tra arte moresca e artigianalità tutta italiana, che si rispecchia nello stile raffinato di ogni Eau de Parfum. Figlio di una minuziosa ricerca, ogni prodotto è ben studiato per regalare l’esperienza suggestiva dell’incontro tra cultura araba e occidentale. Il nome del brand è una parola francese, “moresco” in italiano, che si riferisce all’architettura arabo-occidentale, molto diffusa nelle regioni della Francia meridionale e della Spagna. Per uno sguardo più da vicino, abbiamo intervistato Cindy Guillemant, Ceo e founder dell’azienda, francese di nascita, araba di origini, e italiana d’adozione.

Le origini del brand: tra infanzia e scoperta

Cindy Guillemant nasce in Francia. Da parte della mamma ha origini algerine, dettaglio che influenzerà particolarmente la sua carriera. Completa i suoi studi in America, frequentando un MBA in International Business. Dopodiché, si traferisce a Monte Carlo dove trova il suo primo lavoro, e per caso inizia a dare forma al suo sogno.

Ero consapevole di voler lavorare nel mondo dei profumi, era una cosa inconscia, non sapevo bene perché. A 25 anni ho avuto la fortuna di trovare il mio primo lavoro in questo settore, che non ho più lasciato. Poi crescendo, e dopo aver dato vita al brand Moresque, ho fatto una riflessione introspettiva chiedendomi da dove venisse tutta questa passione per i profumi. Poi mi sono ricordata che quando ero piccola, abitavo vicino a mia nonna a Nord della Francia, ed ogni fine settimana le facevo visita. Ogni estate andava nella sua terra natale, l’Algeria, e tornava con tante piccole boccette di profumo. I profumi che mi portava, però, non erano famosi. Anzi spesso erano senza etichetta. Le fragranze erano tutte diverse tra di loro, e mia nonna usava esporle nella sua camera. E’ una donna molto bella e naturale: non ha mai messo un filo di trucco, neanche un rossetto. L’unico tocco di femminilità che la caratterizza è il profumo. Ogni mattina metteva sul collo due gocce di fragranza con un gesto molto delicato. Io sono cresciuta guardandola, per me è un modello. E’ tutto parte della mia infanzia”.

A Monte Carlo, Cindy, ha un doppio colpo di fulmine: per il mondo dei profumi e per il futuro marito, un italiano che vive a Milano. Per questo motivo, decide di seguire il suo cuore e trasferirsi in Italia. Il compagno era già esperto del settore delle fragranze, e si occupava in particolare della produzione. Lei, invece, lavorava nell’ambito del marketing e distribuzione. L’esperienza del compagno l’ha aiutata ad avere una visione completa del mondo del profumo.

Mi ha fatto scoprire un lato del settore che non conoscevo

Inoltre, grazie anche all’aiuto del suo migliore amico, un profumiere professionista del campo, ora suo socio, quattro anni fa è nata Moresque.

L’azienda la gestisce interamente Cindy: è infatti Ceo e fondatrice del brand; ma ammette che il contributo del compagno e del migliore amico sono stati fondamentali all’inizio.

Per tutto ciò che riguarda il lato tecnico del prodotto mi danno sempre un grande supporto. Il progetto è maturato nel tempo. L’idea di fare un mio brand ce l’avevo già, però bisognava trovare il momento giusto. Nella vita preferisco sempre aspettare ed essere convinta di quello che faccio”.

L’imprenditrice ammette di aver avuto l’opportunità di conoscere meglio il Medio Oriente grazie al suo socio, che spesso si recava a Dubai. Il contatto diretto con quel mondo, dal produttore al consumatore; le ha consentito di comprendere meglio la cultura araba dei profumi.

Io sono francese e vivo in Italia. Penso che entrambi questi Paesi siano i leader del settore dei profumi, infatti molti brand famosi sono francesi o italiani. Quando mi sono recata lì è stata una sorpresa enorme scoprire come gli arabi fossero più avanti di noi. Fa proprio parte del loro dna. Ad esempio, qui in Italia, quando si è ospiti a casa di qualcuno si usa portare in regalo una bottiglia di vino, un dolce; mentre in Medio Oriente è l’ospite stesso a ricevere un piccolo dono. Una volta, quando mi trovavo lì, sono andata a cena, e poco prima di andarmene ho ricevuto una scatola, al cui interno c’erano dei profumi a scelta”. L’idea di Moresque nasce dalla volontà di trovare una connessione tra le origini arabe e la scoperta del mondo orientale. Il profumo, dunque, è stato l’elemento chiave per l’inizio di questa avventura.

Un profumo internazionale

Per Cindy nulla è lasciato al caso. Dal packaging al profumo, tutto è studiato nei minimi dettagli per garantire un prodotto autentico e di qualità. I flaconi delle fragranze ricordano la forma di una porta araba, tipico dell’architettura moresca; inoltre, sono tutti decorati a mano da piccoli artigiani toscani. Ogni pezzo è unico e i motivi tutti diversi, ognuno con una sua storia da raccontare.

A livello di distribuzione, l’azienda di Cindy Guillemant ha un grande mercato in Europa, Russia e Medio Oriente; ed ora si prepara ad espandersi anche in Asia e in America. L’ambizione e la professionalità hanno portato Cindy a pensare in grande. La Ceo di Moresque afferma che sin dal primo giorno della nascita del brand, sapeva che non avrebbe potuto lavorare in un solo Paese.

Il piacere del mio lavoro è poter incontrare culture diverse, poter condividere il mio profumo con persone di tutto il mondo. L’impatto con diverse culture mi aiuta anche a creare nuove fragranze, più specifiche, grazie al feedback dei miei clienti. Il profumo per me deve essere internazionale”.

Il lusso si fa democratico

Moresque è un brand di lusso, ma che ha voluto avvicinarsi anche ad una fascia economica inferiore, per soddisfare l’olfatto di tutti. Per questo motivo, nel 2019 l’azienda ha lanciato la nuova linea “Secret Collection”.

Con questa collezione volevo raggiungere una distribuzione più ampia e nuovi mercati, volevo che fosse alla portata di un maggior numero di persone”.

Secret nasce da un’idea di lusso democratico che non rifugge dalla qualità e dal design. Fanno parte della linea cinque fragranze esclusive. Seta, Jasminisha, Soul Batik, Alma Pure e Ubar 1992 presentano tutti gli ingredienti principali che caratterizzano l’essenza moresca.
L’ultima creazione va ad arricchire l’offerta d’alta profumeria del brand. Moresque, infatti, vanta quattro collezioni precedenti: Black, White, Art e Gold. Ognuna di esse si caratterizza per la ricercatezza olfattiva e visiva: cinque essenze e cinque design diversi che rispecchiano l’anima multietnica del brand.

Photo credits: courtesy of Cindy Guillemant

Comments

comments